A Rizzoli Education l’esclusiva dei testi di Oxford University Press per insegnare l’inglese

Oxford University Press e Rizzoli Education hanno siglato un nuovo accordo in esclusiva relativo alla distribuzione in Italia dei testi per l’insegnamento della lingua inglese pubblicati dallo storico editore britannico. Come si legge nel comunicato, il contratto avrà una durata quinquennale e va a consolidare ulteriormente la collaborazione tra i due player dell’editoria.

Attraverso questa partnership Oxford University Press celebra inoltre ben quarant’anni di presenza nel nostro paese. Il primo accordo di distribuzione in esclusiva in Italia risale al 1978 con “La Nuova Italia Editrice”, storica casa editrice, oggi marchio di Rizzoli Education.

La collaborazione con Rizzoli Education ha permesso alla Oxford University Press di produrre testi d’alta qualità pensati appositamente per la scuola italiana, primaria e secondaria, e scelti ogni anno da migliaia di insegnanti di lingua inglese.

Questo sodalizio ha portato nelle scuole testi come: TreeTops, High Five e Horizons, best seller che hanno venduto ben oltre due milioni di copie, e il prezioso Oxford Advanced Learner’s Dictionary (pubblicato nel 1948 e giunto alla sua nona edizione) usato nel mondo ormai da centinaia di milioni di studenti, e Headway, il corso internazionale, distribuito anche in Italia da Rizzoli Education, con cui più di cento milioni di studenti nel mondo ha studiato l’inglese dall’anno della sua pubblicazione nel 1986.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

L’Italia con Enit premiata ‘Destinazione più popolare dell’anno’ in Cina all’Itb di Shanghai

L’Italia con Enit premiata ‘Destinazione più popolare dell’anno’ in Cina all’Itb di Shanghai

Radio Italia Live – Il Concerto, partnership con Unieuro  contro il cyberbullismo

Radio Italia Live – Il Concerto, partnership con Unieuro contro il cyberbullismo

Grafica più leggera e più spazio per i video. Restyling per il sito del Secolo XIX

Grafica più leggera e più spazio per i video. Restyling per il sito del Secolo XIX