Cosetta Lagani nominata vice president scripted and business development di Stand By Me

Nuovo ingresso in Stand by Me, la società di produzione televisiva indipendente fondata nel 2010 e guidata da Simona Ercolani, alla quale si è associato Francesco Nespega dal gennaio 2015, che ha annunciato oggi la nomina di Cosetta Lagani per la carica di vice president scripted and business development.

L’arrivo della Lagani, sottolinea la nota che ne annuncia la nomina, evidenzia l’obiettivo di Stand by Me di “perseguire nuove sfide all’insegna della crescita e dell’innovazione, sviluppando il dipartimento degli Scripted e aprendosi verso nuovi business e mercati anche a livello internazionale”.

Cosetta Lagani

Lagani, 45 anni, laureata in Matematica a Bologna, ha alle spalle un’esperienza quindicennale in cinema, media e televisione maturata in Sky Italia, in cui ha ricoperto vari ruoli prima nella direzione generale e poi nella direzione marketing e comunicazione per poi approdare nel 2011 nella direzione programming con il ruolo di direttore del canale Sky 3D e poi a quello di direttore del Cinema d’Arte Sky.

Il suo nome è legato all’ideazione e realizzazione di film per il cinema dedicati all’arte e alla cultura del patrimonio italiano, destinati al mercato cinematografico internazionale. Tra questi, a cominciare dal 2013 il film Musei Vaticani 3D; Firenze e gli Uffizi; Caravaggio, l’anima e il sangue; Michelangelo, Infinito e il prossimo Io, Leonardo.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Sport e salute, cda assegna contributi 2020: 25 milioni a sport di base e al sociale (+21%). Sabelli soddisfatto: è un primo step

Sport e salute, cda assegna contributi 2020: 25 milioni a sport di base e al sociale (+21%). Sabelli soddisfatto: è un primo step

Mediaset-Vivendi, giudice Milano si riserva decidere sul ricorso dei francesi

Mediaset-Vivendi, giudice Milano si riserva decidere sul ricorso dei francesi

Editoria, Martella: informazione locale presidio di democrazia

Editoria, Martella: informazione locale presidio di democrazia