Gedi News Network si riorganizza. Moroni amplia le sue responsabilità

Marco Moroni è stato nominato amministratore delegato e direttore generale di Gedi News Network, la società di Gedi Gruppo Editoriale che concentra tutte le testate quotidiane del gruppo esclusa La Repubblica. Moroni è un veterano di questo lavoro essendosene occupato da anni prima della fusione del Gruppo Espresso e di Itedi. Presidente di Gnn rimane Luigi Vanetti.

Marco Moroni ad e dg Gedi News Network

La nomina rientra nella decisione del cda del gruppo Gedi di dare una nuova governance a Gnn per contenere i costi, favorire le sinergie, standardizzare processi di gestione, garantire una maggiore qualità e omogeneità dei contenuti delle testate.

La nuova organizzazione prevede la creazione della Divisione operativa La Stampa, gestita direttamente da Moroni. La Divisione operativa Nord Ovest gestirà Il Secolo XIX e Il Tirreno e sarà affidata con il ruolo di consigliere preposto a Raffaele Serrao. Confermati nelle posizioni di consiglieri preposti Fabiano Begal per la Divisione operativa Nord Est, e Lorenzo Bertoli, per la divisione operativa Lombardia Emilia. Serrao, Begal e Bertoli risponderanno all’ad Moroni.

Tra le novità consistenti anche la nuova funzione ‎Amministrazione, Bilancio e Controllo, Paride Morotti responsabile, che risponderà funzionalmente all’ad e gerarchicamente alla direzione di Gruppo. Uguale il rapporto per Monica Carazza responsabile del Servizio Legale di Gnn, e per Alessandro Bianco, responsabile della funzione Risorse umane.

Nuovissima la carica affidata a Maurizio Scanavino, ingegnere che ha svolto diversi incarichi di vertice ai tempi dell’Editoriale la Stampa e anche al Secolo XIX, che con la fusione e la nascita di Gedi News Network era stato nominato ad della Divisione Stampa e Secolo XIX, in un modello di doppia gestione con Moroni. Adesso si è deciso di concentrare il potere in un unico ad e Scanavino assume una nuovissima responsabilità per “sviluppare nuovi modelli distributivi per i giornali del Gruppo Gedi e individuare e promuovere iniziative di corporate publishing”, come è scritto nella disposizione organizzativa. 2/2019 firmata da Laura Cioli, amministratore delegato di Gedi.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Michelangelo Suigo alle relazioni istituzionali di Leonardo. Si apre la caccia al posto in Vodafone e in pole ci sono…

Iliad in rosso nel 2019, utile a -18,5%. In 7 mesi 2,8 milioni abbonati. Equilibrio conti con quota mercato inferiore al 10%

Cosa accade in un minuto su Internet? Crescono Instagram e Netflix, boom degli smart speakers