Perform Media diventa Dazn Media, guidata da Stefano D’Anna. parte anche Dazn+ e rebrand per Dazn Player

Dazn Group ha annunciato che la sua concessionaria Perform Media cambia nome in Dazn Media. In particolare, spiega una nota del gruppo, Dazn Media supervisionerà tutte le opportunità commerciali a livello globale e locale per i brand all’interno di DAZN, il servizio di streaming live e on demand interamente dedicato allo sport, presente in Italia, Spagna, Germania, Austria, Svizzera, Giappone, Stati Uniti, Canada e prossimamente anche in Brasile. Gestirà inoltre la raccolta pubblicitaria di alcuni dei più conosciuti siti sportivi, come Goal e Sporting News.

Dazn Media lancerà anche DAZN+, network off-platform che aggregherà la reach delle piattaforme media di proprietà del gruppo, tra cui Goal, Sporting News e DAZN Player (l’ex ePlayer), canali social, influencer, talent, diritti e attivazioni negli stadi per offrire ai brand una piattaforma data driven davvero unica per raggiungere i fan.

ePlayer, la piattaforma sportiva VOD di DAZN Group, è stata invece rinominata DAZN Player. DAZN Player aggrega contenuti sportivi premium selezionati, provenienti da DAZN, dai detentori dei diritti e dalle agenzie di stampa per la distribuzione a migliaia tra i più grandi siti al mondo, tra cui Mail Online, MSN, Mundo Deportivo e La Repubblica.

Stefano D'Anna (foto uff. stampa Dazn)

Stefano D’Anna (foto uff. stampa Dazn)

La creazione di DAZN Media, prosegue la nota, fa seguito alla riorganizzazione di DAZN Group, in precedenza Perform Group, volta a integrare contenuti e creatività in pacchetti innovativi per gli investitori pubblicitari. DAZN Media sta già lavorando con un gruppo selezionato di advertiser, tra cui VW, Tipico e Bwin, per l’introduzione del brand advertising in vista del rollout completo nel corso del 2019. Stefano D’Anna è a capo della divisione, con il ruolo di EVP Media, e riporta a James Rushton, Chief Revenue Officer di DAZN Group.

James Rushton afferma: “Questo è un altro momento spartiacque per DAZN, poiché mettiamo in campo la forza combinata dei nostri brand, prodotti, contenuti editoriali e video, insieme agli insight data driven, per offrire agli investitori un metodo nuovo e innovativo per connettersi con lo sport e con i tifosi a livello locale e globale,” afferma James Rushton. “Guardiamo a tutto, da formati unici ai branded content, passando per le sponsorizzazioni, per offrire valore ai brand e permetterci di continuare a investire in contenuti sportivi premium e nelle più recenti tecnologie che riescano a far avvicinare i fan agli sport che amano a un prezzo conveniente.”

Stefano D’Anna, uno dei fondatori di Perform, dichiara: “DAZN ha l’obiettivo di cambiare il modo di vedere lo sport e crediamo ora di essere in una posizione per cambiare anche il modo in cui i brand coinvolgono gli appassionati di sport. Con l’introduzione del media placement su DAZN offriremo alle aziende l’impatto della TV, abbinato al targeting e agli insight del digitale. Con DAZN+ potremo raggiungere i fan su tutte le piattaforme con delle comunicazioni personalizzate rilevanti e mirate.”

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Sport e salute, cda assegna contributi 2020: 25 milioni a sport di base e al sociale (+21%). Sabelli soddisfatto: è un primo step

Sport e salute, cda assegna contributi 2020: 25 milioni a sport di base e al sociale (+21%). Sabelli soddisfatto: è un primo step

Mediaset-Vivendi, giudice Milano si riserva decidere sul ricorso dei francesi

Mediaset-Vivendi, giudice Milano si riserva decidere sul ricorso dei francesi

Editoria, Martella: informazione locale presidio di democrazia

Editoria, Martella: informazione locale presidio di democrazia