Mediaset, Ps Berlusconi: pronti a sfide internazionali; con i big digitali che mangiano pubblicità ci aspetta un futuro ‘da battaglia’

“Mediaset chiude il bilancio 2018 con alle spalle un grande lavoro”. Lo ha detto Pier Silvio Berlusconi, ad e vicepresidente del Gruppo Mediaset, ai microfoni di Tgcom24. “Abbiamo intenzione di continuare a investire – questo fa parte del nostro dna – e siamo pronti anche a sfide internazionali. Mediaset è leader nel settore della televisione e dei media non solo in Italia ma già in Spagna e ora stiamo affrontando ulteriori progetti che spero a breve diventeranno concreti”, ha aggiunto.

Pier Silvio Berlusconi (foto uff stampa Mediaset)

Pier Silvio Berlusconi (foto uff stampa Mediaset)

“Per noi è stato un anno di grande impegno, abbiamo fatto tante cose. Tra le più importanti: abbiamo lanciato due nuovi canali tematici, acquistato un’altra radio (radio Montecarlo) – che porta RadioMediaset a essere leader in Italia in ambito radiofonico – e abbiamo trasmesso i mondiali di calcio in maniera completamente gratuita per il pubblico italiano. Insomma tante cose in cui Mediaset ha investito, ha anche rischiato e questo è particolarmente rilevante in un momento di economia molto incerto. Tutto questo lavoro ci ha portato a chiudere un bilancio con dei risultati davvero positivi”, ha poi sottolineato.

Il vicepresidente e ad del Gruppo Mediaset ha poi annunciato un futuro “da battaglia”: “Il futuro di chi fa l’editore è un futuro complicato, ancora di più nel nostro Paese, dove c’è un’economia che rimane incerta e tantissima concorrenza. Concorrenza che è anche drogata dai giganti di Internet, queste enormi multinazionali che mangiano fette di pubblicità in Italia (che è la nostra unica fonte di vita) ma non creano occupazione e non pagano le tasse. Quindi ci aspetta un futuro ‘da battaglia’, ma noi di Mediaset abbiamo intenzione di continuare a investire”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Torna la Serie A. Più di 60 broadcaster e 200 paesi al mondo collegati per seguire il campionato

Torna la Serie A. Più di 60 broadcaster e 200 paesi al mondo collegati per seguire il campionato

Menlo Park si affida ai giornalisti per selezionare alcuni contenuti nel nuovo News Tab

Menlo Park si affida ai giornalisti per selezionare alcuni contenuti nel nuovo News Tab

News Corp al lavoro su un aggregatore di news per rispondere alle preoccupazioni degli editori su Google e Fb

News Corp al lavoro su un aggregatore di news per rispondere alle preoccupazioni degli editori su Google e Fb