Apple replica a Spotify: trattata come tutti. E poi attacca: vogliono guadagnare di più dal lavoro degli altri

Apple risponde a Spotify, che nei giorni scorsi ha accusato la compagnia di Cupertino davanti all’Antitrust Ue di abusare del controllo delle app che compaiono sul suo Store, limitando di fatto i servizi di musica in streaming che sono in concorrenza con Apple Music.

In un lungo comunicato stampa, Apple ha ribattuto punto su punto alle dichiarazioni di Spotify, a cui, ha assicurato, riserva lo stesso trattamento che hanno le altre app, e non risparmia una stoccata all’azienda scandinava, regina della musica in streaming, accusata di voler fare profitti a scapito degli artisti.

“L’obiettivo di Spotify è quello di guadagnare di più dal lavoro degli altri. E non sta cercando di spremere solo l’App Store, ma anche gli artisti, i musicisti e i cantautori”, ha scritto Apple.

Tim Cook (Foto Ansa – EPA/ROBIN VAN LONKHUIJSEN)

“Dopo aver utilizzato l’App Store per anni per far crescere in modo esponenziale la propria attività, Spotify cerca di mantenere tutti i vantaggi di questo ecosistema – inclusi i notevoli guadagni che gli arrivano dai clienti dell’App Store – senza apportare alcun contributo a quel mercato”, ha evidenziato ancora. Allo stesso tempo, è l’affondo, Spotify “distribuisce musica dando contributi sempre più piccoli ad artisti, musicisti e cantautori, arrivando persino a portarli in tribunale”.

Nel merito, la società guidata da Tim Cook ha respinto l’accusa di aver ostacolato la app di Spotify e ha rivendicato il contributo richiesto “per acquisti fatti all’interno dell’app usando il nostro sistema di pagamento. Quella quota è del 30% per il primo anno di un abbonamento, ma scende al 15% negli anni seguenti”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Michelangelo Suigo alle relazioni istituzionali di Leonardo. Si apre la caccia al posto in Vodafone e in pole ci sono…

Iliad in rosso nel 2019, utile a -18,5%. In 7 mesi 2,8 milioni abbonati. Equilibrio conti con quota mercato inferiore al 10%

Cosa accade in un minuto su Internet? Crescono Instagram e Netflix, boom degli smart speakers