Rcs: utile netto 2018 in crescita a 85,2 milioni; dal digitale il 16,7% dei ricavi. Dopo 10 anni torna al dividendo

Rcs ha chiuso il 2018 riportando un utile netto di 85,2 milioni di euro, in crescita dai 71,1 mln con cui si era concluso l’esercizio precedente. La posizione finanziaria netta del gruppo editoriale è ulteriormente migliorata a -187,6 milioni dai 287,4 mln con cui si era chiuso il 2017.

I ricavi consolidati, si legge in una nota, sono aumentati a 975,6 milioni dagli 895,8 milioni di fine 2017; i ricavi da attività digitali ammontano a 163 milioni di euro, in crescita del 12,6% rispetto al 2017. La loro percentuale di incidenza sui ricavi complessivi, rileva il gruppo editoriale, è pari al 16,7%. L’Ebitda si è rafforzato da 138,2 a 155,3 milioni e l’Ebit è migliorato a 115,5 milioni dai 95,6 milioni dell’anno prima. Registrate efficienze per 25,7 milioni.

Entrando nel dettaglio, sul fronte pubblicitario i ricavi ammontano a 405,8 milioni di Euro, con un incremento di 7,5 milioni (+2% circa) su base omogenea rispetto al 2017. “Si conferma la positiva inversione di tendenza registrata nel 2017 (per la prima volta dal 2011), nonostante il mercato di riferimento del mezzo stampa si mantenga ancora in flessione”, spiega il gruppo. I ricavi pubblicitari digitali al 31 dicembre 2018 hanno raggiunto i 126 milioni (+15,1 milioni rispetto all’esercizio 2017), “confrontandosi con il mercato on-line di riferimento in crescita del 4,5 % in Italia (Fonte: Nielsen) e del 14,8% in Spagna (Fonte: i2p, Arce Media)”.

Il presidente e ad di Rcs, Urbano Cairo (Foto Ansa/Daniel Dal Zennaro)

I ricavi editoriali ammontano a 432,3 milioni di Euro. Su base omogenea “ammonterebbero a 331,6 milioni, con una flessione di 13,3 milioni rispetto al 2017. La flessione è attribuibile al calo dei ricavi editoriali di Unidad Editorial (15,2 milioni), riconducibile al trend sfavorevole dei mercati di riferimento, solo in parte compensato dall’incremento di 1,8 milioni dei ricavi editoriali (+0,6%) di Quotidiani Italia realizzato anche grazie allo sviluppo dei ricavi da abbonamenti digitali del Corriere della Sera”.

Crescita nelle performance digitali dei siti dei quotidiani del Gruppo: gazzetta.it ha registrato nel 2018 una crescita del 17,9% dei browser unici medi mensili (34,3 milioni), corriere.it una crescita del 4% rispetto al 2017 (48,9 milioni) (fonte Adobe Analitycs).

Il Cda, segnala ancora la nota, ha deciso di proporre ai soci la distribuzione di una cedola unitaria di 0,06 euro. Si tratta del ritorno alla cedola dopo 10 anni d’assenza.

Per quanto riguarda il 2019, Rcs, in conclusione, ha inoltre confermato l’obiettivo di conseguire livelli di marginalità e flussi di cassa della gestione operativa sostanzialmente in linea con quelli realizzati nel 2018. Punta infine a conseguire un’ulteriore “significativa riduzione” dell’indebitamento finanziario netto.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Auditel arriva la rilevazione dei device mobili. In Italia più di 112 milioni di schermi possono accedere a contenuti video o tv

Auditel arriva la rilevazione dei device mobili. In Italia più di 112 milioni di schermi possono accedere a contenuti video o tv

Inpgi, Crimi: M5S non vuole commissariamento; ipotesi passaggio ammortizzatori sociali all’Inps

Inpgi, Crimi: M5S non vuole commissariamento; ipotesi passaggio ammortizzatori sociali all’Inps

Condè Nast vende W a Future Media Group. Sara Moonves sostituisce alla direzione Stefano Tonchi

Condè Nast vende W a Future Media Group. Sara Moonves sostituisce alla direzione Stefano Tonchi