Stampa Romana, discusso ricorso al Tar su equo compenso: abbiamo chiesto convocazione tavolo presso la Presidenza del Consiglio

Si è svolta davanti al tar del Lazio l’udienza per l’equo compenso. Il ricorso, ricorda Stampa Romana in una nota, è stato proposto dall’Associazione Stampa Romana e dall’Assostampa Siciliana insieme a Dario Fidora e Monica Soldano rappresentati in giudizio dall’avvocato Salvatore Greco. La sezione quater del Tar ha disposto la definizione del giudizio.

“Attendiamo nel giro di poche settimane la decisione”, si legge nella nota. “Abbiamo chiesto al Tar di disporre la convocazione del tavolo presso la Presidenza del Consiglio per affrontare la questione dei compensi dei colleghi freelance, lavoratori autonomi e non subordinati. Sarebbe l’occasione per attribuire ai colleghi compensi dignitosi in linea con le decisioni già assunte dalla giustizia amministrativa e rispettosi dell’articolo 36 della Costituzione”.

“Garantire equo compenso significa anche affrontare il nodo della povertà di chi vive ai margini della professione”, spiega Lazzaro Pappagallo, segretario Asr, “e dare uno scatto robusto all’impalcatura dei diritti di chi pratica e vive di giornalismo”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mondadori, siglato accordo per la cessione di Mondadori France a Reworld Media

Mondadori, siglato accordo per la cessione di Mondadori France a Reworld Media

Turchia: all’ufficio per la Comunicazione di Erdogan il controllo dell’agenzia di stampa Anadolu

Turchia: all’ufficio per la Comunicazione di Erdogan il controllo dell’agenzia di stampa Anadolu

Zuckerberg nel mirino delle autorità Usa: rischio sanzioni per ripetute violazioni della privacy

Zuckerberg nel mirino delle autorità Usa: rischio sanzioni per ripetute violazioni della privacy