Radio Radicale, il cdr chiede un incontro a Di Maio: con la scadenza della Convenzione a rischio il lavoro di 100 persone

La rappresentanza sindacale di Radio Radicale ha chiesto un incontro urgente al ministro del lavoro e dello sviluppo economico Luigi Di Maio, per discutere della situazione dei dipendenti del centro di produzione.

“La scadenza della Convenzione, il prossimo 21 maggio, mette a serio rischio il proseguimento dell’attività della nostra emittente”, si legge nella richiesta, in cui si segnala che a rischio c’è il lavoro di “circa 100 persone tra giornalisti, tecnici, personale amministrativo e archivisti a cui si aggiungono collaboratori e dipendenti dell’indotto”.

“Certi della sua attenzione su un problema così grave restiamo in attesa di una sua risposta che speriamo positiva”.

Da Piero Angela a Bernard-Henri Lévy. Tutti i sostenitori della battaglia per Radio Radicale

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Manovra, Fnsi: inaccettabile impostazione emendamenti. Resta tentativo M5S di affossare Inpgi e settore

Manovra, Fnsi: inaccettabile impostazione emendamenti. Resta tentativo M5S di affossare Inpgi e settore

Rai, la Corte dei Conti archivia il procedimento sul contratto di Fazio: ‘Ctcf’ costa la metà dei programmi di intrattenimento

Rai, la Corte dei Conti archivia il procedimento sul contratto di Fazio: ‘Ctcf’ costa la metà dei programmi di intrattenimento

RadioPlayer Italia raggiunge quota 100 e si prepara al lancio entro marzo. Per le emittenti bonus iscrizione entro il 15 dicembre

RadioPlayer Italia raggiunge quota 100 e si prepara al lancio entro marzo. Per le emittenti bonus iscrizione entro il 15 dicembre