Giornalisti, Fico: su riforma diffamazione e querele temerarie serve un confronto costruttivo oltre gli schieramenti

“Ritengo sia importante riaprire il dibattito sulla riforma della diffamazione, anche alla luce della recente sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo“. Lo dice il presidente della Camera Roberto Fico, ricordando che il 7 marzo scorso i giudici di Strasburgo hanno confermato il consolidato orientamento per cui l’inflizione di una pena detentiva per diffamazione costituisce una violazione dell’articolo 10 della Convenzione europea dei diritti dell’uomo, che sancisce appunto il diritto alla libertà di espressione.

Roberto Fico (Foto ANSA/MASSIMO PERCOSSI)

“Diverse forze politiche hanno depositato proposte di legge in materia”, ha ricordato l’esponente grillino, intervenendo al convegno ‘Noi non archiviamo. Il giornalismo d’inchiesta per la verità e la giustizia’, organizzato a 25anni dalla morte di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin.

“Auspico dunque che su questo tema e su quello delle querele temerarie, come già peraltro successo nella passata legislatura, ci sia un confronto costruttivo oltre gli schieramenti per far fronte alle indicazioni poste dalla Corte europea”, ha concluso.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Facebook difende Libra: vuole prevenire il riciclaggio di denaro, senza competere con altre valute

Facebook difende Libra: vuole prevenire il riciclaggio di denaro, senza competere con altre valute

Mediaset, Dailymotion condannata a risarcire 5,5 milioni per violazione copyright. Altre azioni legali in corso per 200 milioni

Mediaset, Dailymotion condannata a risarcire 5,5 milioni per violazione copyright. Altre azioni legali in corso per 200 milioni

Gambero Rosso e Class Editori per le eccellenze del turismo enogastronomico in Lombardia

Gambero Rosso e Class Editori per le eccellenze del turismo enogastronomico in Lombardia