Stati Generali dell’Editoria, accrediti entro le ore 16. Diretta streaming sul sito del Governo

Una nota dell’ufficio stampa della presidenza del Consiglio, rilanciata immediatamente dalle agenzie, contiene le informazioni per accreditarsi agli Stati Generali dell’Editoria, che sarà possibile anche seguire in diretta streaming sul sito del Governo.La nota ricorda che “lunedì 25 marzo 2019 si svolgerà presso la Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri la cerimonia di avvio degli Stati generali dell’Editoria”.

“L’intervento di apertura – si legge – sarà tenuto dal Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, mentre a introdurre i lavori dal Sottosegretario all’Informazione e all’Editoria, Vito Crimi. I giornalisti, i fotografi e gli operatori televisivi, interessati a seguire l’evento, dovranno collegarsi al portale Amei (Accreditamento Media Eventi Istituzionali) tramite il seguente indirizzo: https://amei.palazzochigi.it ed accreditarsi seguendo le istruzioni riportate entro le ore 16 di domani, venerdì 22 marzo”.

La sala polifunzionale della presidenza del Consiglio dei Ministri durante la onferenza stampa di fine anno con l’Ordine dei Giornalisti (Foto Ansa/Riccardo Antimiani)

“L’accesso alla Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri”, conclude la nota, “sarà consentito utilizzando l’ingresso di Via Santa Maria in Via 37/A dalle ore 7.45 con termine ultimo le ore 8.50. Per ulteriori informazioni sugli accrediti sarà possibile contattare il numero di Sala Stampa 06.67793566”.

Oltre agli accrediti – nella Sala Polifunzionale lo spazio sarà “pochissimo”, ricorda l’ufficio stampa – è prevista la possibilità di seguire online gli Stati Generali dell’Editoria, a partire dalle 9 di lunedì in diretta streaming sul sito del Governo. La diretta streaming, spiega l’ufficio stampa, sarà aperta a tutti, senza necessità di accreditarsi.

Fino a ieri sera era “impossibile accreditarsi, entra soltanto chi ha ricevuto l’invito dalla Presidenza del Consiglio”, dicevano alla Segreteria di Crimi. E nessun invito aveva ricevuto l’associazione Stampa Parlamentare, che pure può entrare nei Palazzi a seguire i lavori di governo e parlamento senza accrediti. Oggi si è aggiunta la voce delle Coop con File e Aci Comunicazione a chiedere di non escludere le cooperative di giornalisti e gli editori puri dagli Stati Generali Editoria.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Rassegne stampa: dopo la sentenza della ‘Corte’, Fieg e agenzie disponibili a tavolo-confronto

Rassegne stampa: dopo la sentenza della ‘Corte’, Fieg e agenzie disponibili a tavolo-confronto

Nuovo boom per le Azzurre del calcio: 2,8 milioni di spettatori e share del 23% per il match contro la Giamaica

Nuovo boom per le Azzurre del calcio: 2,8 milioni di spettatori e share del 23% per il match contro la Giamaica

Rcs, la Procura apre un’inchiesta sulla sede del Corriere in via Solferino a Milano

Rcs, la Procura apre un’inchiesta sulla sede del Corriere in via Solferino a Milano