A Reputation Manager il Premio Adriano Olivetti dell’Associazione italiana formatori per la categoria Formatori professionisti

A Reputation Manager il Premio Adriano Olivetti dell’Associazione italiana formatori (Aif) come primo classificato nella categoria Formatori professionisti e la seconda piazza nella speciale graduatoria per area etica & responsabilità sociale.

Il progetto che è valso il primo posto a Reputation Manager è ‘WebReputation: istruzioni per l’uso’, commissionato dal Corecom Lombardia e di cui è responsabile Silvia Rossato, che ha ritirato il premio con Andrea Barchiesi, fondatore e ceo di Reputation Manager.

Silvia Rossato e Andrea Barchiesi ricevono il Premio Adriano Olivetti dell’Associazione italiana formatori

Il progetto è attivo dal 2016 nelle scuole medie e superiori della Regione Lombardia, per formare studenti e insegnanti sul tema della gestione della propria web reputation, in relazione, soprattutto, al diffuso problema del cyberbullismo. Ad oggi il progetto ha coinvolto 138 scuole per un totale di 31.200 studenti e 2 mila tra genitori e insegnanti. Questa la motivazione della giuria: “per l’impegno alla diffusione dell’utilizzo corretto e consapevole della rete”.

Diversi i progetti di formazione che hanno ricevuto un riconoscimento durante la cerimonia che si è tenuta presso l’Auditorium Testori nel Palazzo della Regione Lombardia al termine del dibattito ‘Hr Trends: wellbeing e Il futuro del Lavoro’. Tra gli altri, Oso – Ogni Sport Oltre di Fondazione Vodafone Italia, piattaforma digitale per avvicinare le persone con disabilità allo sport che da quando è nata ha già raccolto 600mila euro (1° classificato nell’area comunicazione e fundraising), ma anche Conad, che con il progetto ‘Qualità e fiducia nella relazione col cliente’ si è aggiudicato il Premio Speciale Fondazione Adriano Olivetti, Job Shadowing di Enel (1° classificato categoria Grandi Imprese), Feedback Up di Generali (menzione Linguaggio) e la learning platform di Generali (1° classificato area mercati e competitività). O ancora il progetto brand ambassador di Humanitas, che ha ricevuto il Premio speciale della Presidenza, il progetto Studiare il lavoro di Inail e molti altri ancora tra cui Brembo, Mediobanca e Unipol.

Cristina Ferrandini ritira il Premio a Oso ogni sport oltre di Fondazione Vodafone Italia

Durante il dibattito che ha preceduto la cerimonia sono intervenuti Marzia Maiorano, presidente comitato imprenditoria femminile della Camera di Commercio di Milano, e Hubert Jaoui, presidente di Gimca.

In apertura dei lavori Maurizio Milan, presidente Nazionale Associazione Italiana Formatori ha illustrato alcuni dati di una ricerca realizzata con EY con dati di fonti quali il World Economic Forum ma anche 250 aziende italiane. Il quadro che emerge dice che il 54% delle attuali posizioni lavorative necessitano di re-skilling, mentre il 37% degli investimenti è in robotizzazione della produzione (anche per via degli incentivi governativi), ma soprattutto il rapporto uomo-macchina che oggi è 71-29, nel 2025 raggiungerà quasi la parità a 48-52. Senza contare che il 100% delle aziende considera le competenze trasversali fondamentali per le sfide future.

Milan, ricordando l’attività di Aif, ha detto che nel 2018 sono stati protagonisti di 200 eventi sul territorio e ha annunciato che il Premio Olivetti cambierà nome per meglio valorizzare il concetto di “eccellenze formative”, immaginando peraltro un evento conclusivo dal contenuto anche a carattere formativo.

A illustrare invece gli Stati Generali della Formazione e del Lavoro, altra importante iniziativa di Aif, è intervenuto Antonello Calvaruso direttore di Aif Academy, che prevedono una piattaforma animata da eventi in plenaria e 5 tappe territoriali, trasmessi in streaming e che rimarranno a disposizione anche a evento concluso.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mondadori, siglato accordo per la cessione di Mondadori France a Reworld Media

Mondadori, siglato accordo per la cessione di Mondadori France a Reworld Media

Turchia: all’ufficio per la Comunicazione di Erdogan il controllo dell’agenzia di stampa Anadolu

Turchia: all’ufficio per la Comunicazione di Erdogan il controllo dell’agenzia di stampa Anadolu

Zuckerberg nel mirino delle autorità Usa: rischio sanzioni per ripetute violazioni della privacy

Zuckerberg nel mirino delle autorità Usa: rischio sanzioni per ripetute violazioni della privacy