Rai, ‘Povera Patria passa in seconda serata lunedì, ‘Popolo sovrano’ venerdì in seconda. Freccero: alla ricerca di nuove strade

In una nota, la Rai parla di “contenuti nuovi, riorganizzati in una forma più organica, talk show ma anche approfondimenti e grandi inchieste giornalistiche capaci di dare autorevolezza alla Rete tenendo conto dello scenario competitivo attuale”. ‘Povera Patria’, condotto da Annalisa Bruchi con Aldo Cazzullo e Alessandro Giuli, passerà alla prima serata del lunedì dal 1° aprile mentre ‘Popolo Sovrano’ si trasformerà in un programma di inchieste condotto da Daniele Piervincenzi, in onda il venerdì in seconda serata.

Carlo Freccero (Foto ANSA/ ETTORE FERRARI)

“Con un grande programma di inchieste vogliamo rafforzare il palinsesto della seconda rete – dichiara il direttore di Rai2, Carlo Freccero – siamo alla ricerca continua di nuove strade, nuove
soluzioni per attrarre il pubblico. Ci siamo concentrati sui due programmi di punta nell’informazione della Rete, abbiamo chiesto a tutti un maggiore impegno, scegliendo soluzioni alternative che lascino crescere questi prodotti che forse all’inizio sono stati penalizzati dalla concorrenza di altri talk molto affermati. La ricerca editoriale continua, non ci possiamo fossilizzare, il palinsesto di una rete deve essere vivo e mobile”.(AdnKronos)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

In arrivo la risoluzione della Vigilanza in materia di social policy per la Rai – ECCO LA BOZZA

In arrivo la risoluzione della Vigilanza in materia di social policy per la Rai – ECCO LA BOZZA

Tv pirata, in Italia 5 mln di utenti e giro d’affari da 2 mln di euro/mese. Gdf: a rischio indagine e multa anche utenti del pezzotto

Tv pirata, in Italia 5 mln di utenti e giro d’affari da 2 mln di euro/mese. Gdf: a rischio indagine e multa anche utenti del pezzotto

<strong> 17 settembre </strong> Napoli batte Boni, Floris rivince su Berlinguer (con Salvini), Vespa boom con Renzi

17 settembre Napoli batte Boni, Floris rivince su Berlinguer (con Salvini), Vespa boom con Renzi