Volkswagen digitalizza processi produttivi e logistica con Amazon e Siemens

Il gruppo Volkswagen e Amazon Web Services (Aws) svilupperanno congiuntamente il Volkswagen Industrial Cloud. Si tratta di un accordo globale pluriennale per l’implementazione di questo progetto. Sfruttando la tecnologia e i servizi di Amazon Web Services, Volkswagen imposterà il proprio Industrial Cloud come una piattaforma aperta, che in futuro potrebbe essere utilizzata da altri partner industriali, logistici e commerciali.

Come si legge nel comunicato stampa del gruppo automobilistico, l’industrial cloud integrerà i dati di macchinari, impianti e sistemi di tutti i 122 stabilimenti del Gruppo, a cui si aggiungono 30 mila siti e 1.500 fornitori. Ciò creerà nuove prospettive per l’ottimizzazione dei processi produttivi, consentendo significativi miglioramenti.

“La collaborazione con Amazon Web Services ci permette di rafforzare la produzione, fattore competitivo fondamentale per il nostro gruppo”, ha spiegato in una nota Oliver Blume, Presidente di Porsche AG e membro del cda di Volkswagen AG con responsabilità per la produzione, “nostro obiettivo è quello di creare un eosistema industriale in crescita, della cui trasparenza ed efficienza possano beneficiare tutte le parti interessate”.

Attraverso lo sviluppo dell’industrial cloud, Volkswagen pone le basi per la completa digitalizzazione della produzione e della logistica. L’IT di macchinari, strumentazioni e sistemi connetterà i 122 stabilimenti del Gruppo in quanto ad oggi esistono differenze tra i singoli impianti. Il portfolio dei servizi Aws scelto da Volkswagen comprende internet of things (IoT), machine learning e servizi pensati per il settore produttivo, che saranno ampliati per rispondere alle esigenze dell’industria dell’auto. Il gruppo Volkswagen punta tuttavia alla digital production platform (dpp), a cui poi si agganceranno tutti gli stabilimenti del gruppo e le aziende esterne.

Con il proprio industrial cloud la casa automobilistica intende aprire nuove strade per implementare l’efficienza e la flessibilità della produzione. Incrociare i dati provenienti da tutti gli stabilimenti permetterà di ottimizzare i processi, tra cui anche un controllo più efficiente dei flussi di materiali. Robotica intelligente e analisi dei dati sono le funzioni che la piattaforma cloud offre per valutare e confrontare i processi delle linee da uno stabilimento all’altro.

“L’industrial cloud trasformerà i processi produttivi e logistici del Gruppo Volkswagen”, ha dichiarato Andy Jassy, ceo di Aws, “il gruppo avrà accesso ad un cloud che offre funzionalità più ampie e complete, innovazione, prestazioni elevate e una cospicua community di partner e clienti”.

Impostare l’industrial cloud su una piattaforma aperta permetterà a Volkswagen di integrare le aziende lungo l’intera catena di valore e costruire una rete di partner industriali con un database e delle informazioni che porteranno benefici a tutte le parti interessate. Infatti è possibile che la piattaforma cloud venga aperta ad altri costruttori automobilistici, creando un vero e proprio network.

Nel medio termine, circa 220 specialisti lavoreranno sul progetto, distribuiti in diversi centri IT Volkswagen e supportati da altri esperti del Gruppo a Dresda, Monaco e Wolfsburg. A Berlino è prevista
l’apertura di un industrial cloud innovation center condiviso. I team hanno già avviato 140 progetti per l’integrazione: fra gli altri, sistemi per tracciare la movimentazione di merci dentro e fuori la fabbrica, per esempio su camion (servizio di localizzazione del veicolo), e servizi per l’analisi dell’efficienza dei sistemi trasversale agli stabilimenti (Overall Equipment Effectiveness, OEE). L’obiettivo è quello di rendere operativi l’Industrial Cloud, i primi servizi e le prime funzioni concrete entro la fine del 2019.

Oltre ad Amazon il Gruppo Volkswagen collaborerà anche con Siemens per l’Industrial Cloud. Siemens, in qualità di partner per l’integrazione, assicurerà infatti la connessione efficiente di sistemi produttivi, macchinari e attrezzature di diversi costruttori nei 122 stabilimenti del Gruppo. Volkswagen e Siemens intendono sviluppare, insieme ai fornitori di macchinari e attrezzature, nuove funzioni e nuovi servizi che in futuro possano essere utilizzati da tutti i partner dell’Industrial Cloud.

 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Al via il 2 settembre il nuovo palinsesto di Radio 24

Al via il 2 settembre il nuovo palinsesto di Radio 24

Auditel device digitali: Sky forte con il calcio, Wimbledon e la F1. Ma anche con le news

Auditel device digitali: Sky forte con il calcio, Wimbledon e la F1. Ma anche con le news

Tim racconta i numeri della sua Rete con il progetto Netbook 2019

Tim racconta i numeri della sua Rete con il progetto Netbook 2019