Citynews arricchisce le sue testate con contenuti dedicati a casa, formazione, motori e benessere. Prodotti da 40 nuovi editor

Citynews annuncia il lancio di un nuovo progetto di ‘vertical content’ contestualizzato in base al territorio di riferimento. In modo graduale Citynews arricchirà le proprie edizioni con quattro nuove verticalità: Casa, Scuola & Formazione, Motori e Salute & Benessere, che saranno a loro volta suddivise in sezioni e sotto sezioni. “Si tratta di un investimento importante e innovativo”, sottolinea in una nota Luca Lani, ceo di Citynews, “che ci ha portato a selezionare in tutta Italia 40 nuovi content editors, da integrare nelle singole redazioni e alle figure di videomakers già presenti in struttura, con un ruolo specifico ed in linea con quello che avviene in altri paesi”.

Luca Lani, ceo di Citynews

“Sono figure professionali che hanno il compito di supportare le redazioni da un punto di vista editoriale e commerciale. Tutti questi professionisti vivono il territorio che raccontano, sperimentano e testano prodotti e servizi di cui scrivono, assicurando minuziosità e veridicità”, prosegue Lani, “Tale scelta ci permette quindi di creare contenuti affini alle 4 verticalità prescelte, ma con decise caratterizzazioni e declinazioni territoriali. In pratica ogni città avrà contenuti differenti per oltre il 70% dei contenuti pubblicati”.

Il progetto si lega in modo profondo e sinergico al recente lancio della Dmp proprietaria“, spiega Walter Bonanno, direttore generale del Gruppo, “Infatti i contenuti andranno a fornire preziose informazioni, incrociandole con le altre, sia per quanto riguarda le verticalità ed i contenuti trattati, ma soprattutto in chiave info-commerce, arricchendo in maniera unica il database attraverso le numerose recensioni e sperimentazioni dei prodotti e dei servizi che ogni mese i content editors effettueranno. Già oggi, peraltro, il 71% dei lettori di Citynews, secondo una recente ricerca Nielsen, dichiara di essersi recato in un punto vendita per ricevere maggiori informazioni, dopo aver visto una campagna pubblicitaria sulle edizioni del Gruppo Editoriale Citynews.”

“Infine l’ingresso dei content editors all’interno delle redazioni rappresenta un nuovo ed importante asset anche per l’evoluzione delle soluzioni di branded content del Gruppo”, continua Walter Bonanno, “Grazie a queste nuove figure professionali, infatti, sarà possibile creare campagne di branded content uniche ad oggi nel panorama italiano, potendo far leva sul cosiddetto effetto moltiplicatore, ossia l’opportunità di realizzare e pubblicare, contemporaneamente su 48 città, articoli inediti e differenti tra loro, al fine di declinare il messaggio del partner commerciale con gli elementi ed i linguaggi maggiormente rilevanti per ogni singolo territorio.”

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Garante della Privacy su criptovaluta Facebook: così i big del web diventano stati-padroni, no a monarchie digitali

Garante della Privacy su criptovaluta Facebook: così i big del web diventano stati-padroni, no a monarchie digitali

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 giugno

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 giugno

Accordo tra Wylab e Havas Media nel segno della tecnologia applicata al calcio e fan experience

Accordo tra Wylab e Havas Media nel segno della tecnologia applicata al calcio e fan experience