Fico: indipendenza sia il faro dell’informazione, a cominciare dalla Rai. Tenere conto dei giovani nella revisione dei fondi

“La qualità dell’informazione in Italia deve crescere e il faro deve essere l’indipendenza e il merito, a cominciare dal nostro servizio pubblico che è la Rai”. Lo ha affermato il presidente della Camera, Roberto Fico, arrivando a Perugia per partecipare a uno degli incontri del Festival del Giornalismo.

“La Rai deve servire direttamente i cittadini che pagano il canone, che si paga proprio per uscire dalle logiche governative e politiche”, ha spiegato, ribadendo come il servizio pubblico debba essere “essere totalmente indipendente”.
“Le leggi attuali, ha aggiunto, non vanno bene: l’amministratore delegato non può essere scelto dal governo e dal presidente del Consiglio”.

Roberto Fico, presidente della Camera dei Deputati (Foto ANSA/RICCARDO ANTIMIANI)

“Nel percorso di revisione del finanziamento pubblico all’editoria intrapreso dal Governo occorre tenere conto dei giovani giornalisti, dei precari e della possibilità di creare nuove start up”, ha detto poi Fico a margine del suo intervento. Per l’esponente M5S “i tagli al finanziamento pubblico all’editoria derivano dal programma elettorale e di certo il percorso così come lo abbiamo conosciuto deve essere superato”. “Ma nel superarlo – ha concluso Fico – occorrerà tenere conto delle fasce più deboli”.

Fico è stato chiamato in causa anche in merito alla multa inflitta dal Garante della Privacy alla piattaforma Rousseau. “Quando il Garante parla di possibile manipolazione del sistema Rousseau non si riferisce a una manipolazione interna, ma al fatto che il sistema può essere ‘bucato’. Non solo non c’è stata una manipolazione, ma non c’è neanche un’accusa in questo senso”, ha spiegato. “Davide Casaleggio non lavora al sistema Rousseau per via ereditaria. Lui ha sempre lavorato con il padre al portale e alla democrazia diretta. Sono cose in cui hanno sempre creduto entrambi. Davide, poi, non si è mai candidato per cariche pubbliche, stiamo parlando di vita interna all’associazione”.

“Ci sono attacchi da parte di tutti al Movimento, ma tanti partiti fanno le loro scelte senza capire come vengono fatte. Vanno bene le critiche, ma senza fare due pesi e due misure”, ha chiosato.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Di Nicola (M5S): fondamentale una legge di riforma della Rai

Di Nicola (M5S): fondamentale una legge di riforma della Rai

Mise: chi si insedierà negli uffici di Largo Brazzà? Apertissima la partita per la delega alle tlc

Mise: chi si insedierà negli uffici di Largo Brazzà? Apertissima la partita per la delega alle tlc

Giletti: in Rai se devi spostare un tavolino,  devi mandare cinque mail; La7 ha una struttura agile

Giletti: in Rai se devi spostare un tavolino, devi mandare cinque mail; La7 ha una struttura agile