7 aprile Ferilli sorpassa Fazio (con Di Maio), poi Iene, Ncis e Giletti (con Salvini)

Senza la concorrenza della Formula 1 e della MotoGp sono cresciute quasi tutte le emittenti generaliste domenica 7 aprile, in una serata caratterizzata anche dalla sfida tv dei vicepremier, con Luigi Di Maio in visita da Fabio Fazio a cavallo delle 21.00 e Matteo Salvini in collegamento con Massimo Giletti per un periodo ancora più ampio.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ha vinto ancora la serata Sabrina Ferilli – impegnata in una fiction di buon rendimento della nuova linea editoriale di Mediaset – e il vantaggio sul talk di Rai1 è stato abbastabnza netto.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Fabio Fazio ha aperto con l’immunologo Roberto Burioni e poi ha proposto tra gli altri Luigi Di Maio, Bebe Vio, Michele Serra, Riccardo Scamarcio nella prima parte di ‘Che tempo che fa’ e così confezionata la trasmissione ha avuto 3,931 milioni di spettatori ed il 15,9% di share (+ 1.3 punti rispetto a sette giorni prima).

Dall’altra parte della barricata ha fatto molto bene la seconda puntata della fiction di Canale 5. ‘L’amore strappato’ ha conseguito un più che onorevole bilancio di 3,731 milioni di spettatori con il 16,8% (+ 1.7 punti rispetto all’esordio). Se si considera la fase in cui Ferilli e Decaro sono stati in diretta concorrenza con Fabio Fazio e Luciana Littizzetto, inoltre, è stata la fiction del Biscione (16,8%) a prevalere sul talk di Rai1 (13,6%).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sul terzo gradino del podio, sono salite ‘Le Iene’ che hanno incassato 1,990 milioni di spettatori e l’11,7%. Su Rai2 hanno fatto il loro dovere entrambi i telefilm: ‘Ncis’ bene a 1,691 milioni e 6,6% e ancora meglio la novità ‘FBI’ a 1,733 milioni e il 7,5%.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ha migliorato le proprie prestazioni anche Massimo Giletti. Che collegandosi in apertura con Matteo Salvini (mentre da Fazio c’erano Burioni e Di Maio), parlando di pensioni, del caso di David Rossi, di quello di Imane Fadil e poi chiudendo sulle truffe ai turisti ha conquistato 1,216 milioni di spettatori ed il 6,3% nel lungo arco temporale di trasmissione (dalle 20.36 all’una di notte circa).

Molto meno impattante di sette giorni prima è stata la proposta calcio di Sky, con Napoli-Genoa a circa 1,1 milioni e 4,4%, in linea col risultato di Veronica Pivetti su Rai3 (‘Amore Criminale’ a 1,113 milioni e 4,9%). Mentre ha fatto ancora malissimo, pagando dazio a Canale 5, il film di Rete 4, ‘From Paris with love’, a quota 676mila spettatori e 3% di share.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In seconda serata, la parte finale della fiction del Biscione ha dominato sui discorsi del tavolo faziano fino alle 23.48, poi ha avuto la meglio la parte finale della puntata de ‘Le Iene’.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Senza sorprese le sfide del day time. Nel primo pomeriggio ha vinto Mara Venier con ‘Domenica In’ (nella prima parte al 17,8% di share e nella seconda al 18,1%). Questo il bilancio delle soap di Canale 5: ‘Beautiful’ al 12%; ‘Una Vita’ al 12,1%; ‘Il Segreto’ al 13,2%. Su Rai2 ‘Quelli che Aspettano’ ha avuto il 7,1% e ‘Quelli che il Calcio’ il 7,4%.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Mentre Lucia Annunziata su Rai 3 con ‘Mezz’ora in più’ è arrivata all’8,3% di share con in studio un folto gruppo di cittadini del quartiere romano di Torre Maura, e Matteo Orfini e Maurizio Gasparri ospiti politici.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nella seconda parte del pomeriggio è stato ampio il vantaggio di Barbara D’Urso sulla concorrenza di Cristina Parodi. ‘Domenica Live’ ha riscosso il 14%, mentre su Rai1 ‘La Prima Volta’ ha avuto l’11,9%. Su Rai3, inoltre, ‘Kilimangiaro – Il Grande Viaggio’ ha ottenuto il 6,1% mentre ‘Kilimangiaro – Storie’ ha fatto il 9,3%.

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Stati generali dell’editoria: al via la consultazione online, contributi entro il 13 maggio

Stati generali dell’editoria: al via la consultazione online, contributi entro il 13 maggio

Google, gli utenti europei Android potranno scegliere motore di ricerca e browser su smartphone e tablet

Google, gli utenti europei Android potranno scegliere motore di ricerca e browser su smartphone e tablet

Stampa e regime ricorda Massimo Bordin. E sul sito di Radio Radicale l’intervento sul perché il finanziamento pubblico all’emittente

Stampa e regime ricorda Massimo Bordin. E sul sito di Radio Radicale l’intervento sul perché il finanziamento pubblico all’emittente