Passerella di campioni al Gran Galà della Neve. Malagò: sono il nostro biglietto da visita per le Olimpiadi 2026

Dopo il debutto dello scorso anno in Sala Buzzati presso la sede storica del Corriere della Sera, si è svolta venerdì presso l’auditorium del quartier generale Pirelli a Milano la seconda edizione del Gran Galà della Neve, organizzato da Gazzetta dello Sport e Federazione italiana sport invernali. Con Audi Italia main partner dell’iniziativa insieme a Pirelli, Levissima ed Eurosport come partner, per quest’anno la celebrazione è stata aperta anche agli sport del ghiaccio.

Il presidente del Coni Giovanni Malagò (a sinistra) e Marco Tronchetti Provera, amministratore delegato e vice presidente esecutivo del Gruppo Pirelli, con Sofia Goggia, Fiocco d’Argento 2019 (Foto Fabio Bozzani)

Come previsto dal format, ideato l’anno scorso da Fisi e Gazzetta, una passerella di stelle delle discipline invernali e degli sport del ghiaccio (Fisg) ha ricevuto fiocchi e cristalli d’oro o d’argento, riconoscimenti tributati per i meriti sportivi nella stagione appena conclusa.

C’erano, tra gli altri, Dominik Paris e Sofia Goggia, Arianna Fontana e Federico Pellegrino, Lisa Vitozzi e Dominik Windisch. Con Dorothea Wierer assente per influenza, non sono mancate le giovani promesse da Alex Vinatzer e Lara Malsiner, Sandra Robatscher, Valentina Margaglio e Patrick Baumgartner. Due autentiche leggende sono state premiate per la carriera: Carolina Kostner, alle prese con il recupero dall’infortunio ma fortemente determinata a rientrare, e l’ex discesista Kristian Ghedina, ora abasciatore dei Mondiali di Cortina 2021 nonché di Audi Italia. Premiati anche Giacomo Bertagnolli e Fabrizio Casal, campioni di sci alpino paralimpico.

La premiazione è giunta in concomitanza con la visita della missione del Cio, il Comitato Olimpico Internazionale giunto in Italia per esaminare lo stato dei lavori tra Milano e Cortina in vista delle Olimpiadi 2026, per le quali siamo in lizza con Stoccolma, Svezia. “Speriamo sia una serata benaugurale per un evento come i Giochi olimpici che l’Italia meriterebbe”, ha detto il padrone di casa, Marco Tronchetti Provera. E ha aggiunto il presidente del Coni, Giovanni Malagò: “il più grande errore che si può fare è pensare di aver già vinto, ma questi atleti sono il nostro miglior biglietto da visita”.

A consegnare i fiocchi, insieme all’ex sciatrice slovena Tina Maze, nuovo volto televisivo di Eurosport, c’erano anche Flavio Roda, presidente Fisi, e Andrea Gios, presidente Fisg, e per la Gazzetta il direttore Andrea Monti, il vicedirettore vicario Gianni Valenti e il direttore generale Francesco Carione.

Trampolino di lancio per la corsa olimpica sono i lavori che la città di Cortina ha imbastito in vista dei Mondiali di sci alpino nel 2021. Oltre a interventi su piste e impianti, è in atto un processo di rinnovamento dell’intero comprensorio ampezzano. Lo ha ricordato anche Massimiliano Lo Bosco, capo della comunicazione Audi Italia: “con Cortina c’è un rapporto che va al di là della semplice sponsorizzazione”, ha detto. “Il nostro impegno è a sostenere l’intero territorio, come dimostrano anche le partnership con Dolomiti Superski e quella con Enel X sulle colonnine di ricarica per vetture elettriche”. Lo Bosco ha ricordato anche i “tredici anni al fianco della Fisi” da parte di Audi, che quest’anno “diventa maggiorenne nel rapporto con la Fis”, la Federazione internazionale dello sci.

Dominik Paris riceve il Fiocco d’Oro da Massimiliano Lo Bosco, capo della comunicazione di Audi Italia (Foto Fabio Bozzani)

Ecco l’elenco completo degli atleti premiati:

Fiocco d’Oro – Dominik Paris
Fiocco d’Oro alla carriera – Kristian Ghedina
Fiocchi d’Argento – Sofia Goggia (sci), Patrick Baumgartner (bob), Giacomo Bertagnolli (sci alpino paralimpico), Fabrizio Casal (sci alpino paralimpico), Francesco De Fabiani (sci di fondo), Lucrezia Fantelli (ski cross), Roland Fischnaller (snowboard), Lara Malsiner (salto con gli sci), Valentina Margaglio (skeleton), Michela Moioli (snowboard), Federico Pellegrino (sci di fondo), Sandra Robatscher (slittino), Alex Vinatzer (sci alpino giovani), Lisa Vittozzi (biathlon), Dorothea Wierer (biathlon), Dominik Windisch (biathlon)
Cristallo d’Oro alla carriera – Carolina Kostner (figura)
– Cristallo d’Oro legend – Arianna Fontana (short track)
– Cristalli d’Argento – Francesca Lollobrigida (pista lunga), Matteo Rizzo (figura)

La pattinatrice Carolina Kostner, Cristallo d’Oro alla carriera, con Gianni Valenti, vicedirettore vicario La Gazzetta dello Sport (Foto Bozzani)

La pattinatrice di short track Arianna Fontana, Cristallo d’Oro legend, con Andrea Monti, direttore La Gazzetta dello Sport (Foto Bozzani)

Kristian Ghedina riceve il Fiocco d’Oro dalle mani di Francesco Carione, direttore generale La Gazzetta dello Sport (Foto Bozzani)

Tina Maze, sciatrice 4 volte iridata, ha condotto il Gran Galaà della Neve e del Ghiaccio 2019 organizzato da La Gazzetta dello Sport e Fisi (Foto Bozzani)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Corriere dello Sport-Stadio e Tuttosport rinnovano la partnership con la Figc

Corriere dello Sport-Stadio e Tuttosport rinnovano la partnership con la Figc

Hyundai sponsor del Mondiale femminile

Hyundai sponsor del Mondiale femminile

WWC Francia: Panini completa le figurine delle azzurre

WWC Francia: Panini completa le figurine delle azzurre