15 aprile Notre Dame: il pubblico sceglie il Tg1 . Ed Elisei live batte la Gruber

Le fasi drammatiche di avvio dell’incendio di Notre Dame, il crollo della guglia e del tetto della cattedrale gotica, in Italia sono quasi coincisi con la programmazione ordinaria dei tg della sera. Poi però le immagini ed il racconto quasi apocalittico di quanto accadeva a Parigi sono proseguiti solo sulle reti che hanno dedicato un approfondimento speciale e sulle emittenti tematiche di news. Come ancora succede in questi casi, per i fatti gravi o epocali, il pubblico ha scelto di avere come riferimento le trasmissioni del servizio pubblico. Il ‘Tg1’ (5,7 milioni e 24,8%) delle 20.00 ha staccato di oltre un milione di spettatori il ‘Tg5’ (4,585 milioni ed il 19,6%).


E subito dopo il testimone è passato al ‘Tg2’ (2,5 milioni e 9,7%) e quindi all’approfondimento del ‘Tg2 Post’ (2,2 milioni e 8%, miglior risultato di sempre).

Con Antonio Di Bella ed Umberto Broccoli ospiti, Francesca Romana Elisei ha quindi per una volta battuto la concorrenza di ‘Otto e Mezzo’, con Lilli Gruber che ha consapevolmente ‘bucato’ l’incendio.

‘Otto e Mezzo’ è comunque arrivato a 1,8 milioni ed il 6,64% con una puntata registrata che annoverava come ospiti Nadia Urbinati, Pietrangelo Buttafuoco, Evelina Christillin e Gianrico Carofiglio.

Staccata nettamente dalle altre signore della fascia è arrivata Barbara Palombelli (Stefano Fassina, Sebastiano Barisoni, Antonio Caprarica e Antonio Rinaldi ospiti di ‘Stasera Italia’, in onda per pochi minuti con 752mila spettatori e 3% di share) che ha interrotto la propria trasmissione passando il testimone anticipatamente a Nicola Porro e ‘Quarta Repubblica’.

Ma in prima serata – collocato al posto della replica de ‘Il Commissario Montalbano’ – a raccogliere la parte predominante della platea è stato il ‘Tg1 Edizione Straordinaria’ affidato alla conduzione di Francesco Giorgino e con Stefano Ziantoni in collegamento da Parigi, che ha ottenuto 4,357 milioni di spettatori ed il 17,9% di share battendo nettamente la seconda puntata del ‘Grande Fratello’ (2,873 milioni ed il 17,1%) in onda sull’altra ammiraglia.

Barbara D’Urso è arrivata distante da Giorgino anche se si considera il periodo in sovrapposizione: tra le 21.44 e le 23.20 lo speciale del Tg1 ha ottenuto 4,171 milioni ed il 17,53%, con il ‘Gf’ a 3,562 milioni ed il 15%. D’Urso non ha fatto alcun particolare rimando a quanto stava accadendo in Francia, ma ha salutato – tra i propri spettatori dichiarati – il vicepremier Matteo Salvini.
Ha aperto la puntata facendo un accesso a Parigi e a quello che stava accadendo, invece, ‘Made in Sud’, che ha conquistato il terzo gradino del podio con 1,9 milioni di spettatori e il 9,1%.


Su Rai3, invece, ‘Report’ ha ottenuto 1,448 milioni e 5,7%, facendo meglio della pellicola fantasy di Italia1 (‘Star Wars Episodio III’ 1,057 milioni e 4,9%) e della puntata ‘anomala’ di ‘Quarta Repubblica’.

Porro – pur avendo repentinamente mutato scaletta per seguire in tempo reale l’incendio della cattedrale – ha riscosso ‘solo’ 853mila e 4,6% avendo tra gli ospiti Gianluigi Paragone, Alessandro Sallusti, Stefano Cappellini, Mario Giordano, Vittorio Sgarbi ed Alessandro Meluzzi.

Alla fine, comunque, è riuscito a fare meglio de La7, che non avendo seguito gli sviluppi parigini con la Gruber ha proposto tra 21.27 alle 21.43 un ‘TgLa7 Edizione Straordinaria’ (728mila spettatori e 2,62%) prima del telefilm ‘Body of Proof’ (450mila spettatori e 2,54% nella media dei 4 episodi).



In seconda serata, non ha raccontato i fatti di Parigi la puntata (evidentemente registrata) di ‘Povera Patria’su Rai2 (358mila e 5,24%) e quindi con Fabio Fazio su Rai1 (‘Che fuori tempo che fa’ a 1,553 milioni e 12,1% di share) il racconto live dei fatti di Parigi è toccato a ‘Linea Notte’ sulla terza rete (497mila e 4,55%), ma con la fascia notturna che comunque è stata dominata dal ‘Grande Fratello’.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Menlo Park si affida ai giornalisti per selezionale alcuni contenuti nel nuovo News Tab

Menlo Park si affida ai giornalisti per selezionale alcuni contenuti nel nuovo News Tab

News Corp al lavoro su un aggregatore di news per rispondere alle preoccupazioni degli editori su Google e Fb

News Corp al lavoro su un aggregatore di news per rispondere alle preoccupazioni degli editori su Google e Fb

Hong Kong, anche YouTube chiude 210 canali che diffondevano fake news sulle proteste

Hong Kong, anche YouTube chiude 210 canali che diffondevano fake news sulle proteste