Editoria, la Fieg detta la linea degli editori agli Stati Generali: subito credito d’imposta su investimenti pubblicitari

Mercato del lavoro, distribuzione, contrasto alla pirateria, valorizzazione del prodotto editoriale e pubblicità. Questi i temi prioritari emersi ieri nella riunione del Consiglio Federale della Fieg a Roma, dopo la relazione del presidente Andrea Riffeser Monti.

Andrea Riffeser Monti (Foto ANSA/MASSIMO PERCOSSI)

Ad avviso degli editori sono questi i temi da inserire nell’agenda degli Stati generali dell’editoria, l’iniziativa con cui il Governo intende affrontare la crisi del settore. Il Consiglio ha inoltre invitato Governo e Parlamento ad anticipare, “nelle more del completamento del percorso degli Stati generali”, alcuni provvedimenti ritenuti “indifferibili” come il rifinanziamento per il 2019 del credito d’imposta sugli investimenti pubblicitari incrementali.

Gli editori hanno espresso anche “apprezzamento per la conclusione dell’iter di approvazione della direttiva europea di riforma del copyright” (l’Italia ha votato contro) auspicando che “la legislazione nazionale recepisca le nuove regole per migliorare la posizione negoziale degli editori nel mondo digitale”.

Riguardo alla lotta alla pirateria, Riffeser ha riferito al Consiglio sugli sviluppi delle iniziative della Fieg di contrasto all’utilizzo illegale dei contenuti editoriali, ed in particolare sulle azioni contro Telegram. Ha, inoltre, sottolineato quanto di recente dichiarato dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte che, riferendosi al settore del cinema e dell’audiovisivo, ha ribadito l’impegno del Governo ad “agire contro le illecite condotte che violano la tutela della proprietà intellettuale.” “È auspicabile – ha affermato il Presidente della Fieg – che altrettanto impegno da parte del Governo sia posto in atto per il settore dell’editoria giornalistica”.

Nel pomeriggio è ripreso il confronto per il rinnovo dell’Accordo nazionale sulla vendita dei giornali quotidiani e periodici. Le parti hanno condiviso l’impegno per una rapida definizione dell’accordo e per l’istituzione di una Cabina di regia al fine di avanzare proposte comuni per continuare a garantire la capillare presenza dei giornali sul territorio.

Nelle prossime settimane partirà una campagna stampa per sensibilizzare i cittadini sull’importanza dell’acquisto dei giornali e sul ruolo delle edicole quale veicolo fondamentale della diffusione.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mondadori, siglato accordo per la cessione di Mondadori France a Reworld Media

Mondadori, siglato accordo per la cessione di Mondadori France a Reworld Media

Turchia: all’ufficio per la Comunicazione di Erdogan il controllo dell’agenzia di stampa Anadolu

Turchia: all’ufficio per la Comunicazione di Erdogan il controllo dell’agenzia di stampa Anadolu

Zuckerberg nel mirino delle autorità Usa: rischio sanzioni per ripetute violazioni della privacy

Zuckerberg nel mirino delle autorità Usa: rischio sanzioni per ripetute violazioni della privacy