L’industria dei quotidiani Usa “assetata di liquidità”. Ma una nuova stagione di fusioni non basterà a risolvere i problemi

L’industria dei quotidiani statunitense è “assetata di liquidità” e diversi segnali lasciano ipotizzare una nuova stagione di fusioni alle porte. Tuttavia, secondo un’analisi dell’osservatorio sull’editoria americana Niemanlab, non basterà a risolvere i problemi che affliggono gli editori. Al massimo potrebbe dare un paio d’anni di respiro in più al settore.

Riuscirà Gannett ha respingere l’assalto di Alden Global Capital? Riuscirà Tribune a trovare un acquirente o un partner disposto alla fusione per un giusto prezzo? Riuscirà McClatchy a convincere Tribune di essere l’ultima possibilità? Queste le domande che pone l’analista Ken Doctor relativamente a quattro dei principali sei editori di quotidiani a stelle e strisce.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Editoria, accordo Fieg-Abi per rafforzare l’accesso al credito per le edicole

Editoria, accordo Fieg-Abi per rafforzare l’accesso al credito per le edicole

Dal 30 maggio al 2 giugno quinta edizione del Dig Festival, rassegna internazionale sul video giornalismo investigativo

Dal 30 maggio al 2 giugno quinta edizione del Dig Festival, rassegna internazionale sul video giornalismo investigativo

Davide Arduini eletto vice presidente di Una, Aziende delle Comunicazioni Unite

Davide Arduini eletto vice presidente di Una, Aziende delle Comunicazioni Unite