Mondadori, siglato accordo per la cessione di Mondadori France a Reworld Media

Siglato l’accordo tra Mondadori e Reworld Media per la cessione di Mondadori France. Come spiega una nota del gruppo di Segrate, ad esito della procedura di informazione e consultazione delle rappresentanze sindacali francesi prevista dalle disposizioni di legge, è stato sottoscritto il contratto relativo alla cessione
della controllata Mondadori France a Reworld Media.

Nella foto:Pascal Chevalier, presidente di Reworld Media e Ernesto Mauri, ad di Mondadori (foto Ansa)

L’accordo, prosegue Mondadori, “è in linea con la strategia” del gruppo “di proseguire nel processo di riposizionamento strategico e ulteriore focalizzazione sui core business più redditizi”.

Il perimetro oggetto di cessione comprende la partecipazione, pari al 100% del capitale sociale, che Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. detiene in Mondadori France S.A.S. e le relative società controllate e/o partecipate.

Il corrispettivo dell’operazione è pari a 70 milioni di euro (cash free/debt free), al quale si aggiunge un earn-out pari a 5 milioni di euro che sarà corrisposto secondo i termini comunicati al mercato lo scorso 18 febbraio 2019.

A seguito di tale operazione Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. deterrà una partecipazione in Reworld Media S.A. compresa tra l’8% e il 10% del capitale sociale.

In caso di perfezionamento dell’operazione, il miglioramento stimato della posizione finanziaria netta del Gruppo Mondadori alla data del closing è pari a circa 59 milioni di euro.

Come già comunicato al mercato, conclude la nota, il perfezionamento dell’operazione è soggetto all’avveramento delle seguenti condizioni sospensive:

– autorizzazione da parte dell’Autorité de la Concurrence;
– approvazione dell’aumento di capitale riservato da parte dell’assemblea degli
azionisti di Reworld Media;
– erogazione del finanziamento bancario, già deliberato, a favore di Reworld Media.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Di Nicola (M5S): fondamentale una legge di riforma della Rai

Di Nicola (M5S): fondamentale una legge di riforma della Rai

Mise: chi si insedierà negli uffici di Largo Brazzà? Apertissima la partita per la delega alle tlc

Mise: chi si insedierà negli uffici di Largo Brazzà? Apertissima la partita per la delega alle tlc

Giletti: in Rai se devi spostare un tavolino,  devi mandare cinque mail; La7 ha una struttura agile

Giletti: in Rai se devi spostare un tavolino, devi mandare cinque mail; La7 ha una struttura agile