Francesca Snidersich nominata direttore di Hearst Create. Il dg Cancelliere: divisione strategica per il gruppo

Francesca Snidersich entra in Hearst come director di Hearst Create, la struttura interna alla divisione Advertising di Hearst Italia che, come spiega una nota del gruppo,  fornisce consulenza client oriented attraverso un servizio di accounting specializzato per settore e un team creativo che lavora a stretto contatto con il cliente per ideare, pianificare e realizzare progetti di comunicazione cross media.

Francesca Snidersichhearst, editoria, manager

 

Francesca, classe 1980, si è laureata nel 2004 in Business Management, con specializzazione in Marketing e Communication, presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore, a Milano.
Nel 2005 inizia la sua carriera professionale nel mondo dell’editoria, in Condè Nast, come Web Publisher Assistant a Glamour. Dopo un breve periodo in un’agenzia di comunicazione con il ruolo di art buying e media planning, nel 2006 entra in Hachette Rusconi come Product Manager dei brand Marie Claire e Marie Claire Maison diventandone poi Publisher a partire da Settembre 2009. Nel Luglio 2013 entra nella divisione advertising di Hearst Magazines Italia con il ruolo di Project Manager per il settore Fashion & Luxury. Da Settembre 2015 è Global Communication & PR Manager a Il Gufo, azienda italiana leader nel settore dell’abbigliamento bambino.

Marco Cancelliere, direttore generale Advertising di Hearst Italia: “Siamo molto contenti del ritorno di Francesca. Aveva già lavorato con noi occupandosi di publishing e di iniziative speciali. L’esperienza maturata in seguito le ha permesso di acquisire anche competenze legate ai bisogni di comunicazione delle aziende nostre clienti che, unite alle sue competenze editoriali, le permettono di interpretare il ruolo affidatole con una prospettiva e sensibilità uniche. Hearst Create rappresenta ormai da qualche anno l’area di maggior sviluppo per la nostra azienda. Nel 2018 abbiamo lavorato con oltre 230 Clienti e un’incidenza del digitale sul fatturato superiore al 60%. Nei primi quattro mesi di quest’anno abbiamo prodotto oltre 1.000 offerte, tra progetti taylor made, sponsorizzazioni + eventi e attivato oltre 160 Aziende. Hearst Create è strategica per la nostra azienda perché, oltre ad aiutarci a rafforzare la partnership con i nostri clienti endemici di moda, beauty e design, sta sempre più alimentando l’interesse di quei clienti che vogliono fare delle “incursioni” nei nostri settori di riferimento facendo leva sul posizionamento che offrono i nostri brand. Oggi, l’area che chiamiamo – non a caso – dei “grandi mercati” (tecnologia, turismo, food & beverage, automotive) è quella con il maggior numero di progetti e con il più alto tasso di crescita.”

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Agcom: multa da 2,4 milioni a Sky per il pacchetto Calcio. La pay annuncia ricorso al Tar: agito nel rispetto delle norme

Agcom: multa da 2,4 milioni a Sky per il pacchetto Calcio. La pay annuncia ricorso al Tar: agito nel rispetto delle norme

Stati generali editoria: circa 800 risposte alla consultazione pubblica. Libertà, tutela minori e privacy i temi meno sentiti. Vincono i soldi

Stati generali editoria: circa 800 risposte alla consultazione pubblica. Libertà, tutela minori e privacy i temi meno sentiti. Vincono i soldi

Copyright, ricorso della Polonia alla Corte Ue contro la direttiva: rischio censura preventiva

Copyright, ricorso della Polonia alla Corte Ue contro la direttiva: rischio censura preventiva