24 aprile Stravince la Coppa Italia. Le Iene battono la Sciarelli sulla nera

Un mercoledì sera televisivo articolato e ricco di proposte nonostante il lungo ponte in corso quello del 24 aprile, con in primo piano il match in chiaro della Coppa Italia su Rai1, ‘Milan-Lazio’, ma anche la sfida nel racconto dei casi di cronaca nera lanciata da Davide Parenti a Federica Sciarelli e tanti film di qualità tra cui scegliere.

In testa alla graduatoria degli ascolti si è collocato proprio il match del Meazza vinto dai biancocelesti per uno a zero, a quota 5,444 milioni di spettatori con il 22,6% sull’ammiraglia pubblica.

Molto staccato è arrivato il film cult su Canale 5, ‘Dirty Dancing’, a 2,586 milioni di spettatori con l’11,4% di share.

Più sofferta la gara per conquistare il terzo gradino del podio. Su Italia 1 lo ‘Speciale delle Iene- Omicidio Vannini’ ha conseguito 2,071milioni di spettatori e l’11,9% di share, battendo la concorrenza di ‘Chi l’ha visto?’, a 1,932 milioni ed il 9,3% di share.

Un’ottima prestazione, un po’ a sorpresa, l’ha fatta il titolo vintage di Rete 4, ‘Lo chiamavano Trinità’, che ha riscosso ben 1,7 milioni e l’8% su Rete4 ed ha battuto la puntata finale della serie spagnola ‘Il Molo Rosso’ su Rai2 (1,259 milioni e 5,4%).

In coda, ma con un risultato notevole, si è collocata La7, che la sera prima della Festa della Liberazione trasmettendo il capolavoro ‘Il Federale’ ha portato a casa ben 810mila spettatori ed il 3,5% di share.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Agcom: multa da 2,4 milioni a Sky per il pacchetto Calcio. La pay annuncia ricorso al Tar: agito nel rispetto delle norme

Agcom: multa da 2,4 milioni a Sky per il pacchetto Calcio. La pay annuncia ricorso al Tar: agito nel rispetto delle norme

Stati generali editoria: circa 800 risposte alla consultazione pubblica. Libertà, tutela minori e privacy i temi meno sentiti. Vincono i soldi

Stati generali editoria: circa 800 risposte alla consultazione pubblica. Libertà, tutela minori e privacy i temi meno sentiti. Vincono i soldi

Copyright, ricorso della Polonia alla Corte Ue contro la direttiva: rischio censura preventiva

Copyright, ricorso della Polonia alla Corte Ue contro la direttiva: rischio censura preventiva