Gazzetta dello Sport, domani in edicola completamente rinnovata per stare al passo con lo smartphone. In arrivo contenuti premium

“Non preoccupatevi, le pagine rimarranno rosa”.  Il breve lancio che annuncia il profondo restyling del quotidiano La Gazzetta dello Sport e del suo sito tranquillizza  i suoi lettori sul colore, forse l’unica cosa che rimarrà uguale in quello che si preannuncia un cambio epocale del giornale sportivo più letto d’Italia. Un giornale che da domani in edicola e da mercoledì online si prepara ad affrontare da protagonista “l’era della mobiltà e dello smartphone”.

Urbano Cairo (foto Primaonline.it)

Ad anticipare i mutamenti della rosea oggi alla stampa c’erano l’editore Urbano Cairo, il direttore Andrea Monti, il dg del quotidiano Francesco Carione, e altri dirigenti del gruppo.

Urbano Cairo e Andrea Monti (foto Primaonline.it)

“Senza toccare il prezzo del quotidiano, abbiamo investito per dare ai nostri lettori e utenti due prodotti di altissima qualità”, dice Cairo, definendo La Gazzetta dello Sport un giornale in salute. “La pubblicità lo scorso anno è aumentata del 10% per l’edizione cartacea, 16-18% sul web”, che precisa “il 55% del fatturato viene dalla carta, 45% dal web. Quest’anno l’andamento è molto buono, giovedì in Cda daremo i singoli dati. C’è una bella solidità e questo progetto vuole attirare ancora più attenzione e interesse da parte dei lettori e degli utenti”, precisa l’editore: “la Gazzetta arriva a 150-160 mila copie vendute, con punte oltre i 200mila in certi momenti”, è diffusa in “in 60-70 mila bar o posti pubblici”, ed è “letta da oltre 3.3 milioni di persone, a cui si aggiungono 1.6 milioni di utenti unici al giorno del sito: 5 milioni abbondanti, come un prime time televisivo di alto livello”.

Andrea Monti (foto Primaonline.it)

“Quando siamo partiti per studiare la nuova Gazzetta, Cairo ha fatto una sorta di decalogo che io ho stilato e seguito nel mio modo”, dice il direttore Andrea Monti che precisa: “non si può mettere la cipria a un monumento. Non si può fare un restyling alla Gazzetta dello Sport. La tocchi per dare nuova solidità, un nuovo futuro”. “L’elemento chiave su cui è imperniata la nuova Gazzetta è la narrazione, così come la tempestività d’informazione è oggi la parola d’ordine del sito”, aggiunge il direttore.

Il quotidiano esce domani completamente rinnovato con un’intervista ad Antonio Conte che si racconta e anticipa a Walter Veltroni in quale squadre non andrà. L’impostazione della nuova Gazzetta  è orientata a rendere la comunicazione più veloce e incisiva: la prima pagina diventa un ‘manifesto’, con foto e titoli forti, gli articoli più brevi, con infografiche di facile lettura, e si rinforza la continuità tra giornale e sito, online da mercoledì, a sua volta rinnovato in modo da essere letto ancor più velocemente da mobile, con prestazioni paragonabili alle app:  il nuovo sito peserà infatti il 60% in meno e si caricherà in metà tempo.

Francesco Carione (foto Primaonline.it)

Possibile anche che ci siano contenuti a pagamento nella nuova Gazzetta. “Stiamo ragionando per un’offerta premium dopo le ferie”, annuncia Francesco Carione, direttore generale Gazzetta dello Sport.

Come cambia il giornale cartaceo: nel nuovo progetto grafico la testata è centrata, senza manchette pubblicitarie, che vengono spostate al di sotto. L’impianto è web oriented, l’impaginazione lineare e chiara, con titoli forti, articoli più brevi, foto grandi, didascalie ampie e precise, e infografiche. In fondo ai principali articoli è indicato il tempo di lettura.
Lo sfoglio del giornale comprende tre grandi sezioni, caratterizzate da precisi colori: il rosso per il calcio, dalle gare nazionali e internazionali di prima grandezza, alla Serie B; il blu per i motori, gli sport olimpici, ciclismo e avventura; il verde per la sezione Altri Mondi.
Il timone comprende nuove pagine tematiche e rubriche di attualità, costume, mercato, personaggi, come  Gazzaleaks, Caro diario, Il questionario, A cena con…, Periscopio, L’infiltrato…, Top ten, Amici/nemici.
Rinnovati anche gli inserti settimanali dedicati al basket e al volley.

La nuova home page della Gazzetta dello Sport, in versione desktop e mobile

Come cambia il giornale online: a 5 anni dall’ultimo restyling, nella sua nuova veste il portale di Gazzetta.it punta sulle Progressive Web App, che permette una fruizione molto veloce da mobile. La grafica e l’organizzazione dei contenuti sono pensate prima per l’esperienza mobile, e sono poi declinate sul desktop. In home page vengono valorizzate le scelte gerarchiche della redazione, con i temi caldi messi quotidianamente in vetrina; i contenuti sono organizzati in modo più chiaro, per moduli tematici; la multimedialità è potenziata con una maggiore integrazione tra video, immagini, infografiche e testo.

Il lancio di tutte le novità della Gazzetta è accompagnato da una campagna affidata a Hi! Comunicazione. Per due settimane saranno in onda sulle reti generaliste, satellitari, sportive spot multisoggetto che avranno per protagonisti (“Gratis”, sottolinea Cairo), oltre al direttore Andrea Monti, sportivi come Belotti, Buffon, Di Francisca, Dovizioso, Gattuso, Goggia, Moioli, Nibali, Russo, Sylla, Tamberi, Zanetti, Zaniolo. La campagna sarà inoltre declinata su stampa, radio, web, comunicazione sui punti vendita e social.

Nei primi cinque giorni di lancio la tiratura sarà aumentata del 50%, con distribuzione serale nelle piazze delle principali città.

Gli utenti potranno postare immagini/video sul loro rapporto emotivo con il giornale usando l’hashtag
#nuovagazzetta.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Di Nicola (M5S): fondamentale una legge di riforma della Rai

Di Nicola (M5S): fondamentale una legge di riforma della Rai

Mise: chi si insedierà negli uffici di Largo Brazzà? Apertissima la partita per la delega alle tlc

Mise: chi si insedierà negli uffici di Largo Brazzà? Apertissima la partita per la delega alle tlc

Giletti: in Rai se devi spostare un tavolino,  devi mandare cinque mail; La7 ha una struttura agile

Giletti: in Rai se devi spostare un tavolino, devi mandare cinque mail; La7 ha una struttura agile