Gq, numero dedicato all’arte con in copertina il rapper Kanye West

Gq ha scelto di dedicare il numero di maggio-giugno, in edicola da oggi, all’arte. “È un’altra tappa del percorso che stiamo facendo per legare il giornale in maniera continuativa all’attualità, con approfondimenti sui temi più interessanti del momento. In questo caso, in coincidenza con l’opening della Biennale di Venezia, l’arte, che è una passione fondamentale e probabilmente la più antica dell’uomo”, spiega Giovanni Audiffredi, direttore del maschile della Condé Nast.

Giovanni Audiffredi

In copertina il musicista e rapper Kanye West fotografato dall’artista femminista Vanessa Beecroft, che in questa occasione ha scattato per la prima volta un servizio per un giornale maschile dando la sua visione della mascolinità contemporanea.

Tra gli altri servizi portanti dell’Art Issue, l’intervista di Alessandra Mammì a Massimo De Carlo, il più importante gallerista italiano; l’intervista al pianista Daniele Silvestri e il ritratto dell’attore Keanu Reeves; i contributi di Alessandro Sciarroni che il 21 giugno riceverà il Leone d’oro di Biennale Danza; di Martin Bethenod, direttore di Palazzo Grassi-Punta della Dogana a Venezia; di Alessandro Michele, direttore creativo di Gucci, sul suo rapporto con l’arte.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Upa lancia Nessie, prima dmp condivisa dai soci di un’associazione. Sassoli De Bianchi: nel ‘data lake’ i dati dei partecipanti

Upa lancia Nessie, prima dmp condivisa dai soci di un’associazione. Sassoli De Bianchi: nel ‘data lake’ i dati dei partecipanti

‘Gli Editori per l’Editoria’, accordo Fieg-Aie per sensibilizzare su informazione ed editoria – DOCUMENTO

‘Gli Editori per l’Editoria’, accordo Fieg-Aie per sensibilizzare su informazione ed editoria – DOCUMENTO

Mfe, avanti su fusione: pubblicato statuto ‘anti-ribaltone’ per la nuova holding. Voto Vivendi resta congelato

Mfe, avanti su fusione: pubblicato statuto ‘anti-ribaltone’ per la nuova holding. Voto Vivendi resta congelato