Gardenia compie 35 anni. La direttrice Rosa-Clot: una piazza dove chi ama il verde si può ritrovare

Gardenia festeggia il suo trentacinquesimo compleanno alle 18 a Orticola, la mostra dei fiori e del verde che si tiene ai Giardini Indro Montanelli di Milano fino a domenica. Il mensile, ideato nel maggio 1984 da Francesca Marzotto Caotorta per la Giorgio Mondadori e ora pubblicato da Cairo Editore con la direzione di Emanuela Rosa-Clot, è la prima e unica rivista italiana nata per divulgare la cultura del verde e del paesaggio.

“Mi piace definire Gardenia una piazza dove le persone che amano il mondo del verde si possono
ritrovare a qualsiasi titolo. L’arco dei lettori è molto vario, da chi ha pochi vasi di fiori sul balcone a chi possiede un parco”, racconta Rosa-Clot. “All’origine c’è sempre un desiderio di bellezza e su Gardenia lo decliniamo in mille modi: presentare dei bei giardini che sono fonte di piacere estetico ma anche d’ispirazione; dare ogni mese indicazioni pratiche e di progettazione legate al ciclo della natura; rispettare la completezza scientifica che la materia richiede; illustrare le innovazioni tecnologiche che aiutano a coltivare; e poi raccontare i personaggi, parlare di fiori recisi, di design, arte, mostre”.

Nel corso degli anni Gardenia si è arricchita di firme prestigiose come quelle dell’architetto dei giardini Paolo Pejrone, del maestro giardiniere Carlo Pagani e del filosofo e storico dei giardini Marco Martella. Inoltre ogni anno a novembre pubblica l’agenda dell’anno successivo – che ha ormai raggiunto una vendita di 50mila copie – con i disegni delle migliori illustratrici botaniche come Maria Rita Stirpe, Silvia Molinari, Silvana Rava. L’agenda del 2020 sarà illustrata da Molinari con disegni ispirati al nuovo parco di Milano La
Biblioteca degli alberi.

Da sempre sensibile alla salvaguardia del territorio e alle tematiche ambientali, Gardenia ha moltiplicato l’attenzione a questi temi con il crescere della sensibilità personale e sociale in materia. E nel 2015 ha condotto una battaglia in favore del disegno di legge per introdurre gli ‘ecoincentivi’, cioè le agevolazioni fiscali per chi realizza interventi di ‘sistemazione a verde’ all’interno delle sue proprietà contribuendo così a combattere il consumo di suolo e la cementificazione.

La copertina del numero di maggio 2019

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Champions in chiaro su Mediaset per il prossimo biennio, tribunale respinge il ricorso Rai

Champions in chiaro su Mediaset per il prossimo biennio, tribunale respinge il ricorso Rai

Rai, l’ad Salini scrive a direttori tg e reti: “Equilibrio e imparzialità”

Rai, l’ad Salini scrive a direttori tg e reti: “Equilibrio e imparzialità”

Ok alla fusione fra Viacom e Cbs: nasce ViacomCbs, big dei media da 28 miliardi

Ok alla fusione fra Viacom e Cbs: nasce ViacomCbs, big dei media da 28 miliardi