Zanichelli Venture porta in Italia la Global Startup Super League. Una start up italiana parteciperà alla finale mondiale

Appuntamento il 18 maggio all’università di Bologna per la semifinale della Global Startup Super League che si svolge per la prima volta in Italia grazie alla collaborazione di Zanichelli Venture con EdTechX, la società che organizza la più importante competizione internazionale per le start up dedicate al futuro dell’istruzione e della formazione.

“Zanichelli Venture, al suo settimo anno di attività, è un’iniziativa d’investimento promossa da Zanichelli Editore con un capitale di 5 milioni di euro per individuare delle start up che si occupano di educazione, dalla prima infanzia all’università, di formazione professionale e di sviluppo delle carriere, per aiutarle a partecipare a eventi internazionali come questo, a incontrare imprenditori interessati a un investimento e poi accompagnarle nel loro percorso di crescita”, spiega il direttore Enrico Poli.

Enrico Poli

Le start up italiane che hanno partecipato alla gara sono 25: “Con proposte molto diverse tra loro e spesso molto interessanti”, osserva Poli. “C’è un ecosistema molto ricco di imprenditori, in tanti casi di neppure trent’anni, che hanno idee brillanti per la formazione, dall’apprendimento infantile ai percorsi di studio e di lavoro che riguardano l’intero arco della vita”. Tra i progetti c’è, ad esempio, una app per dare ai bambini le prime nozioni di matematica e di scienza utilizzando giochi e disegni; un’altra per formare i neolaureati ai lavori legati alle nuove tecnologie colmando così il gap che esiste nei percorsi tradizionali di formazione; un’altra ancora pensata per inserire gli immigrati nel mondo del lavoro sia attraverso formazioni specifiche sia mettendoli in contatto con le aziende.

Tra le 25 start up iscritte alla gara sono state selezionate le 8 che domani parteciperanno alla semifinale italiana della Global Startup Super League nel corso dello Startup Day 2019, l’appuntamento sull’imprenditorialità giovanile organizzato dall’università di Bologna in collaborazione con l’incubatore universitario AlmaCube. Le 8 start up presenteranno il loro progetto a una giuria ­– formata da Simona Bielli, head of programmes di Nesta Italia; Lisa Di Sevo, partner in PranaVentures; Pietro Ferraris, head of acceleration program di G-Factor di Fondazione Golinelli; Piergiorgio Grossi, chief innovation officer di Credem Banca; Martina Muggiri, systemic & service designer diSocialFare e Donatella Solda, co-founder di Wonderful Education – che le valuterà e sceglierà la start up vincitrice destinata a partecipare alla finale, il 18 giugno a Londra, durante la settima edizione del summit di EdTechX Europe, in competizione con altre 27 start up editech di tutto il mondo.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Belpietro: offerta vincolante per cinque periodici Mondadori. Nasce newco partecipata al 75% da La Verità e al 25% dal gruppo di Segrate

Belpietro: offerta vincolante per cinque periodici Mondadori. Nasce newco partecipata al 75% da La Verità e al 25% dal gruppo di Segrate

Snapchat: nel terzo trimestre crescono utenti e ricavi

Snapchat: nel terzo trimestre crescono utenti e ricavi

<strong> 22 ottobre </strong> Boni batte l’Atalanta, Il Collegio stende Le Iene, Floris stacca Berlinguer

22 ottobre Boni batte l’Atalanta, Il Collegio stende Le Iene, Floris stacca Berlinguer