Sportitalia si fa in quattro. Al debutto sul 60 del Dtt il canale in Hd, SI Solo Calcio, Motori e Live24

Sportitalia si fa in quattro con una rinnovata offerta in chiaro e gratuita sul digitale terrestre a partire dal prossimo luglio. Sul canale 60 Dtt i telespettatori potranno infatti accedere alla programmazione di 4 canali tematici (sempre in chiaro e gratuiti): Sportitalia HD, SI Solo Calcio, SI Motori e SI Live24.

Per poter vedere la nuova offerta SI Smart, spiega una nota stampa, sarà necessario essere dotati di SmartTV con sistema HbbTV incorporato. Cliccando sul tasto rosso del telecomando, si apriranno sul teleschermo 4 finestre con i 4 canali tematici. Mentre i possessori di SmartTV connessa a internet, ma senza tecnologia HbbTV, potranno scaricare dallo store del proprio televisore la app Sportitalia senza alcun obbligo di registrazione.

Grazie alla nuova tecnologia, prosegue la nota, sarà possibile accedere a materiale d’archivio on demand fatto di partite, magazine e trasmissioni.

Sportitalia ultimerà nelle prossime settimane anche il restyling del sito con più funzioni, contenuti e rinnovata interfaccia grafica.

“Stiamo lavorando a questo progetto da 10 mesi con Sportradar e Kineton e finalmente stiamo vedendo la luce”, dichiara Michele Criscitiello, ceo di Sportitalia. “E’ il futuro, un prodotto rivolto ai giovani e al target che segue costantemente Sportitalia dal 2004. Grazie alle SmartTV e a internet oggi c’è, finalmente, la possibilità per un editore che ha contenuti di fare più canali. Cosa impensabile sul digitale terrestre per i costi di banda”.

“Partiamo un anno prima rispetto alla rivoluzione digitale che ci sarà tra il 2020 e il 2021”, prosegue Criscitiello, “come Sportitalia fece nel passato nel passaggio dall’analogico al DTT. Un canale in HD, uno dedicato all’informazione e due canali verticali su Calcio e Motori: le passioni dei nostri telespettatori. Tutto in chiaro e come sempre gratis”.

Sportradar, con cui Sportitalia ha sviluppato il progetto, è guidata dal ceo Carsten Koerl e tra gli investitori conta Mark Cuban,Tedd Leonsis e l’ex stella Nba, Michael Jordan.

“Siamo entusiasti di fortificare ulteriormente la nostra partnership con Sportitalia con questo progetto innovativo”, spiega Giuseppe Sampino, direttore commerciale dell’area Sports Media a Sportradar e a capo del progetto SI Smart. “È un cammino iniziato due anni fa con il lancio della piattaforma Ott del canale: abbiamo dato la possibilità agli utenti di seguire tutte le trasmissioni live e on-demand tramite computer e dispositivi mobili. Con iI lancio di SI Smart daremo spazio a tanti nuovi sport offrendo a federazioni, leghe e club un opportunità unica per sviluppare la propria offerta Ott dedicata, garantendo al contempo esposizione in chiaro a livello nazionale”.

Alla creazione della nuova piattaforma SI Smart ha collaborato Kineton, azienda italiana che garantisce servizi di ingegneria.

L’emittente rende nota anche l’intenzione di investire nell’acquisizione di diritti nazionali e internazionali, calcio e non solo, proseguendo in una strategia di crescita ed espansione nel mondo dell’emittenza sportiva italiana.

La nuova conformazione aprirà anche a un’offerta commerciale più ricca e integrata, con possibilità maggiori di promuovere il proprio brand. Interazione diretta con i social e interattività: un nuovo modo di fare tv che sarà messo a disposizione delle federazioni e di tutti i partner dell’emittente. La concessionaria di Sportitalia, conclude l’emittente, è affidata a Capital.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Dl fisco, digital tax in vigore dal 2020 fino a disposizioni da accordi internazionali

Dl fisco, digital tax in vigore dal 2020 fino a disposizioni da accordi internazionali

Gedi, preoccupazione dai cdr. La Stampa: chiarire strategie, serve rilancio. L’Espresso: guerra che non giova a testate

Gedi, preoccupazione dai cdr. La Stampa: chiarire strategie, serve rilancio. L’Espresso: guerra che non giova a testate

Mediaset: Vivendi ritira la causa in Olanda

Mediaset: Vivendi ritira la causa in Olanda