A Udine l’ultima tappa dell’Integrity Tour, l’iniziativa di Serie A, Credito Sportivo e SportRadar contro il match-fixing

Si è concluso oggi a Udine il ciclo di lezioni di integrity contro il match-fixing per la stagione 2018-19 organizzato da Lega Serie A, Credito Sportivo e SportRadar, il gruppo internazionale che collabora con Uefa e Fifa e numerosi campionati nazionali per controllare i flussi anomali di scommesse, scoprire eventuali combine e fare attività di prevenzione con la formazione degli atleti. Ormai i suoi strumenti di analisi sono stati assimilati a fonti di prova per la giustizia sportiva. Ne ha beneficiato la Fifa che ha decretato per la prima volta la ripetizione di una partita ufficiale dopo aver scoperto la corruzione dell’arbitro per alterare il risultato: si tratta di Sud Africa-Senegal valida per la qualificazione ai Mondiali 2018. In sede europea è possibile citare il caso delle Skenderbeu, un club albanese sospeso dalle competizione Uefa a causa delle partite truccate.

(CC0 Creative Commons)

E’ con questo background di azioni alle spalle che Marcello Presilla, responsabile integrity di SportRadar incontra i calciatori delle prime squadre e delle giovanili di Serie A. In totale 20 tappe e 40 lezioni comprese anche Primavera e Under 17. Coinvolti quasi 1890 tesserati tra tecnici e calciatori: 1250 dei settori giovanili e 640 delle prime squadre. “L’incontro con i calciatori e gli staff è diventata un’importante consuetudine – dice Presilla – è una sessione di allenamento specifica che ha l’obiettivo di mantenere sempre alto il livello di attenzione su questioni fondamentali. E’ il momento per i calciatori, di poter chiarire dubbi e porre questioni sulle condotte da tenere e su quelli da evitare, dentro e fuori dal campo. L’esperienza insegna, purtroppo, che quando il tema non viene opportunamente affrontato, si lascia campo libero al fiorire e diffondersi di comportamenti e atteggiamenti che mettono a serio rischio la regolarità delle competizioni e la stessa reputazione di atleti e club”.

Il presidente della Lega Serie A, Gaetano Miccichè, dedica un pensiero ai club: “Voglio ringraziare tutte le società per la collaborazione e l’attenzione dedicata ad un progetto molto importante, volto a far conoscere ai campioni delle prime squadre e ai più giovani i rischi e i pericoli connessi alla manipolazione delle partite. I calciatori sono gli attori protagonisti ed è fondamentale renderli consapevoli che i loro comportamenti corretti, dentro e fuori dal campo, contribuiranno a preservare il futuro del nostro sport”.

Andrea Abodi, presidente del Credito Sportivo, traccia un percorso innovativo per la banca che presiede: “Il nostro istituto, come unica banca pubblica del paese, intende assumere un ruolo sempre più determinante per concorrere alla crescita economica, non soltanto attraverso lo sviluppo delle strutture materiali, ma anche e soprattutto attraverso quelle immateriali: educazione, formazione e informazione”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

La Serie A lancia la campagna ‘#stopiracy’ contro la pirateria audiovisiva: atto criminale. Uccide il calcio

La Serie A lancia la campagna ‘#stopiracy’ contro la pirateria audiovisiva: atto criminale. Uccide il calcio

La nazionale di volley non tradisce mai. E spinge Rai2

La nazionale di volley non tradisce mai. E spinge Rai2

Dazn debutta nelle serie e presenta ‘The Making Of’ con Ronaldo, Neymar e Mourinho

Dazn debutta nelle serie e presenta ‘The Making Of’ con Ronaldo, Neymar e Mourinho