21 maggio Cortellesi batte Rush e The Voice. Floris (coi ministri grillini) regola Berlinguer (con Salvini)

Tanta politica e soprattutto tanti politici in tv, in più programmi, a ripetere in molti casi lo stesso canovaccio martedì 21 maggio. Del resto le elezioni incombono, e così si sono rivisti on air Luigi Di Maio (con una parte della propria squadra di governo, guarda caso senza Danilo Toninelli) da Giovanni Floris, come del resto Silvio Berlusconi e Carlo Calenda; mentre da Bianca Berlinguer sono passati Matteo Salvini, Giorgia Meloni, Nicola Zingaretti (il Pd invece in queste elezioni sta tenendo lontani dai teleschermi tutti i renziani e ‘giovani turchi’, schierando spesso Paolo Gentiloni).  La sfida delle ammiraglie era tra film e aveva un esito già scritto.

Ha vinto la serata la commedia in prima tv su Canale 5, già campione d’incassi nelle sale. ‘Come un gatto in tangenziale’, con Paola Cortellesi e Antonio Albanese protagonisti, ha avuto 3,779 milioni di spettatori ed il 17,5%.

Rai 1, invece, ha ricordato Niki Lauda trasmettendo in seconda visione la pellicola ‘Rush’, firmata Ron Howard, portando a casa 2,359 milioni e il 10,4%.

Lauda e James Hunt hanno corso alla stessa velocità dell’ultima blind audition di ‘The Voice’: il talent di Rai2 con Simona Ventura alla conduzione ha conquistato 2,050 milioni di spettatoti ed il 10,6%, battendo Bruno Vespa e ‘Porta a Porta’ in seconda serata nella fase di contrapposizione.

Al quarto posto è virtualmente arrivata la prima delle due soap di Rete 4. ‘Il Segreto’ ha totalizzato 1,8 milioni ed il 7,3% facendo una delle migliori prestazioni in prime time della stagione.

Più interessante del solito la sfida tra ‘Di Martedì’ (1,6 milioni e 7,5%) e ‘#Cartabianca’ (#Cartabianca 1,291 milioni e 6,4%).

Floris ha aperto con Silvio Berlusconi, proposto una prima dose di Marco Travaglio,  e poi nel momento clou della serata ha proposto Luigi Di Maio con Barbara Lezzi, Alfonso Bonafede, Elisabetta Trenta, Riccardo Fraccaro.

Dall’altra parte della barricata, Berlinguer ha aperto con Mauro Corona e Massimo Cacciari e poi dalle 22.14 fino al break de La7 delle 22.40 si è opposta alla task force grillina intervistando Matteo Salvini. I meter dicono che in questa fase è sempre rimasto davanti Floris.

Il risultato più deludente della serata è stato quello del film di Italia 1, 300-L’alba di un impero 1,110 milioni e 4,8%. nettamente staccato da Floris, Berlinguer e dalle soap.

Sempre in tema di talk, da registrare la solita nettissima vittoria di Lilli Gruber in access su Barbara Palombelli e Francesca Romana Elisei.

‘Otto e mezzo’, con Antonio Tajani, Marco Travaglio e Massimo Giannini ha portato a casa 1,9 milioni di spettatori e l’8%.

‘Stasera Italia’, con Paolo Gentiloni, Alessandro Sallusti, Giovanni Minoli tra gli ospiti ha riscosso , 1,069 milioni e 4,63% e 1,356 milioni e 5,56%.

‘Tg2 Post’ con Vito Bruno, Simona Ventura e Elettra Lamborghini ospiti della Elisei ha avuto 976mila e 4%.

In seconda serata, quando è terminato ‘The Voice’, è passata al comando la puntata di ‘Porta a Porta’ con ospiti Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Rassegne stampa: dopo la sentenza della ‘Corte’, Fieg e agenzie disponibili a tavolo-confronto

Rassegne stampa: dopo la sentenza della ‘Corte’, Fieg e agenzie disponibili a tavolo-confronto

Nuovo boom per le Azzurre del calcio: 2,8 milioni di spettatori e share del 23% per il match contro la Giamaica

Nuovo boom per le Azzurre del calcio: 2,8 milioni di spettatori e share del 23% per il match contro la Giamaica

Rcs, la Procura apre un’inchiesta sulla sede del Corriere in via Solferino a Milano

Rcs, la Procura apre un’inchiesta sulla sede del Corriere in via Solferino a Milano