27 maggio Vince il GF su Vespa versione Special. La7 boom con Zoro, Merlino, Mentana e Gruber

C’era l’esito elettorale da analizzare, attentamente, lunedì 27 maggio in tv. A vincere il confronto europeo è stato Matteo Salvini, non c’è dubbio, che ieri sera apriva lo speciale di ‘Porta a Porta’ in prima serata su Rai1, precedendo tra gli ospiti di Bruno Vespa, Nicola Zingaretti, segretario del secondo partito e poi tutti gli altri leader (con i Cinquestelle assenti per propria scelta dalla vetrina tv). Giorgia Meloni, invece, era l’ospite in apertura di ‘Quarta Repubblica’, da Nicola Porro a Rete 4, dove sono andate in onda, tra le altre anche le interviste a Matteo Salvini e Silvio Berlusconi. Raccontava, invece, quanto era successo col proprio stile, su La7 – più ‘accesa’ che mai dal voto continentale – Diego Bianchi. E ‘erano poi due film e una puntata di ‘Unici’ su Rai2, oltre al solito reality della Casa, a completare la griglia generalista.


Niente di strano così che la serata televisiva se la sia aggiudicata Barbara D’Urso. Al ‘Grande Fratello’ è uscita di scena Serena Rutelli (nella foto in alto), mentre le vicende della vulcanica Francesca De Andrè sono rimaste in primo piano.

Con questo menù la D’Urso ha ottenuto quasi 3,7 milioni di spettatori lasciando a distanza Vespa (su Rai1 ‘Porta a Porta Speciale Elezioni’ a 2,478 milioni e 11,6%).
Da registrare come il ‘momento Salvini’ del programma abbia innescato il picco della trasmissione, che è rimasta sulla linea dei 3,5 milioni di spettatori finché c’è stato il vicepremier leghista.
Se si considerano gli ascolti hanno lottato per la terza piazza due film: su Rai3 ‘Il matrimonio che vorrei’ ha totalizzato 1,342 milioni di spettatori e il 5,5% e su Italia1 ‘L’alba del pianeta delle scimmie’ è arrivato a 1,330 milioni di spettatori e il 5,7%.


Se si guardano però l’andamento completo delle curve degli ascolti, si nota come sul terzo gradio del podio sia sempre rimasto, sostanzialmente, il Zoro de La7 (‘Propaganda Live Speciale’ 1,133 milioni e 6,7%). Propaganda ha corso fino alle 23.10 sopra la linea del milione e mezzo di spettatori, superata ad un certo punto, provvisoriamente, dal finale del film di Italia 1. Zoro, inoltre, è stato secondo dietro il Gf dalle 24.00 in avanti, dopo il termine di ‘Porta a Porta’ su Rai1.


Decisamente deludenti sono state le performance di Rai2 (‘Unici’ su Edoardo Bennato a 850mila e 3,8% e poi ‘Povera Patria’ a 216mila spettatori e 2,5%) e, soprattutto, quelle di Rete4, con Porro e ‘Quarta Repubblica’ a soli 752mila spettatori e il 4,1% in una serata che doveva e poteva essere campale.
‘Propaganda Live’ (Ottavia Piccolo, Kasia Smutniak, Alessio Falconio, Vinicio Capossela, i disegni di Makkox, ieri tra gli ingredienti ) ha pure raccolto i frutti di una serata ed una giornata da record de La7.

Che era iniziata con l’ottimo risultato siglato nella notte dalla ‘Maratona’ di Enrico Mentana (tra le 26.00 e le 11.00 aveva ottenuto 428mila spettatori e 10%), proseguita con le performance di Myrta Merlino e l’Aria che tira (10,3%), quelle del lungo speciale del telegiornale (5,5%).

Prima di Zoro è arrivato il botto pirotecnico di Lilli Gruber con ‘Otto e Mezzo’ (Alessandro Sallusti, Marco Travaglio, Massimo Giannini, Marianna Aprile ospiti, 2,623 milioni e 10,1%), che ancora una volta ha stracciato la concorrenza.

Su Rete 4 ‘Stasera Italia’ con Barbara Palombelli alla conduzione (Ferruccio De Bortoli, Annalisa Chirico, Maria Giovanna Maglie e Gianfranco Pasquino ospiti), ha avuto prima 1,162 milioni di spettatori e il 4,27% di share e poi 1,031 milioni di spettatori e il 3,95% di share.


Su Rai Due ‘Tg2Post’ con Francesca Romana Elisei alla conduzione – con Gennaro Sangiuliano e Lucia Annunziata ospiti – ha avuto 907mila spettatori e il 3,46%.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Upa lancia Nessie, prima dmp condivisa dai soci di un’associazione. Sassoli De Bianchi: nel ‘data lake’ i dati dei partecipanti

Upa lancia Nessie, prima dmp condivisa dai soci di un’associazione. Sassoli De Bianchi: nel ‘data lake’ i dati dei partecipanti

‘Gli Editori per l’Editoria’, accordo Fieg-Aie per sensibilizzare su informazione ed editoria – DOCUMENTO

‘Gli Editori per l’Editoria’, accordo Fieg-Aie per sensibilizzare su informazione ed editoria – DOCUMENTO

Mfe, avanti su fusione: pubblicato statuto ‘anti-ribaltone’ per la nuova holding. Voto Vivendi resta congelato

Mfe, avanti su fusione: pubblicato statuto ‘anti-ribaltone’ per la nuova holding. Voto Vivendi resta congelato