GialloZafferano (Mondadori) in partnership con McDonald’s. Mauri: questo è il nuovo modo di fare editoria

GialloZafferano, il brand di cucina della Mondadori, e McDonald’s si alleano in nome del gusto italiano per dare vita a due nuovi panini che saranno disponibili nei ristoranti della catena americana dal 12 giugno per dieci settimane.A scegliere McChiken Delicato e McChicken Saporito sono stati 200mila utenti che hanno votato su un sito dedicato – nel quale GialloZafferano e McDonald’s hanno coinvolto le loro communty online – 30 variazioni di nuovi panini ideati dagli chef di GialloZafferano assieme allo chef di McDonald’s, Raffaele Bellini, fino a decretare i due vincitori.

Ernesto Mauri con Giovanni, uno degli chef di GialloZafferano, e lo chef di Mcdonald’s Raffaele Bellini

“Questo accordo è un modo significativo di fare nuova editoria nel passaggio da editore tradizionale a editore contemporaneo con la capacità di cavalcare le innovazioni tecnologiche”, ha sottolineato Ernesto Mauri, amministratore delegato del gruppo Mondadori.
Per McDonald’s si tratta di un’importante operazione di brand con lo scopo di rendere sempre più evidente l’evoluzione della multinazionale verso la scelta di materie prime di qualità prodotte in Italia. “È questo il punto comune tra noi e Mondadori: un connubio tra il gusto di McDonald’s e le eccellenze italiane che sono nell’expertise di GialloZafferano”, ha spiegato l’amministratore delegato di McDonald’s Italia, Mario Federico, ricordando che ogni anno McDonald’s utilizza 85mila tonnellate di prodotti italiani per un milione di panini venduti al giorno nei suoi 600 ristoranti, con eccellenze come il parmigiano e l’olio di oliva abitualmente usati nelle preparazioni, da qualche tempo anche in altri Paesi europei proprio su spinta della filiale italiana.

Nella foto, da sinistra Andrea Santagata, Ernesto Mauri, Mario Federico e Giorgia Favaro

“Questa alleanza dimostra come i brand possano diventare piattaforme di business”, ha osservato Andrea Santagata, chief innovation officer di Mondadori. “Con McDonald’s abbiamo trovato tre importanti punti in comune: il gusto, l’italianità e la centralità del cliente. Il fatto che GialloZafferano sia il brand di cucina più conosciuto e amato è perché sa trasformare in chef ogni persona che a casa realizza una ricetta scelta sul sito o sul giornale”.
Giorgia Favaro, chief marketing officer di McDonald’s Italia, ha ricordato come l’impiego di materie prime italiane di qualità sia anche una forma di sostegno a piccoli produttori e al comparto agroalimentare del nostro paese. Per i nuovi panini, ad esempio, saranno utilizzate per la prima volta circa 42 tonnellate di toma prodotta con latte italiano; 36 tonnellate di Provolone Valpadana Dop; 58 tonnellate di zucchine e 11 tonnellate di pomodori della Puglia poi essiccati per produrre la salsina utilizzata nel panino Delicato.

Ernesto Mauri e Mario Federico

Per far conoscere i due nuovi prodotti della linea McChicken McDonald’s lancerà una massiccia campagna di comunicazione su tutti i mezzi – “Con iniziative particolarmente interessanti su tutti i canali web di GialloZafferano”, ha precisato Favaro – dal 12 al 28 giugno. La stima è che nell’arco delle dieci settimane dell’operazione vengano venduti 8 milioni di questi panini.

Davide Mondo, ad di Mediamond, Daniela Cerrato, Head of Digital Product Marketing, area Periodici Italia del Gruppo Mondadori, e Andrea Santagata

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Menlo Park si affida ai giornalisti per selezionale alcuni contenuti nel nuovo News Tab

Menlo Park si affida ai giornalisti per selezionale alcuni contenuti nel nuovo News Tab

News Corp al lavoro su un aggregatore di news per rispondere alle preoccupazioni degli editori su Google e Fb

News Corp al lavoro su un aggregatore di news per rispondere alle preoccupazioni degli editori su Google e Fb

Hong Kong, anche YouTube chiude 210 canali che diffondevano fake news sulle proteste

Hong Kong, anche YouTube chiude 210 canali che diffondevano fake news sulle proteste