Trenitalia celebra i 10 anni di Alta Velocità (“la più grande infrastruttura del Dopoguerra”) con una campagna istituzionale firmata Ozpetek

L’Alta Velocità ferroviaria in Italia compie dieci anni con 300 milioni di passeggeri trasportati finora. Lo ha ricordato l’Ad di Fs, Gianfranco Battisti, insieme agli Ad delle principali società operative del gruppo:

 Maurizio Gentile per Rete Ferroviaria Italiana, Orazio Iacono per Trenitalia e Aldo Isi per Italferr. Insieme ai trasporti, l’alta velocità, definita da Battisti “la più grande infrastruttura del Dopoguerra” insieme all’Autostrada A1 Milano-Napoli, ha avuto secondo Fs enormi benefici anche su Pil, occupazione, turismo e mercato immobiliare dei centri urbani, oltre che per la sostenibilità ambientale con una forte riduzione delle emissioni di CO2.   Benefici di cui ha parlato anche il Presidente della Repubblica italiana, Sergio Mattarella,  sul numero di giugno del mensile La Freccia: “la mobilità, come altri servizi, costituisce un importante elemento di libertà, di pari dignità sociale, strumento che sottrae alla emarginazione territori e popolazioni, con particolare riguardo alle aree interne. È una missione di cui non va mai sottovalutata la finalità di interesse generale”.

“Le parole chiave della nuova stagioneTrenitalia sono qualità, dinamicità, capitalità, personalizzazione, digital, turismo e nuova flotta  (in particolare nuovi treni regionali, un investimento eccezionale)”, dice Iacono.

Le novità e i collegamenti dell’orario estivo 2019 di Trenitalia, al via da domenica 9 giugno, sono stati illustrati, oltre che da Orazio Iacono, anche da Tiziano Onesti, Presidente, Paolo Attanasio e Maria Giaconia, rispettivamente Direttore Divisione Passeggeri per Long Haul e Regionale.

Grazie a circa 7mila collegamenti al giorno, Trenitalia riesce a garantire un treno in partenza ogni 12 secondi per raggiungere le proprie destinazioni, sia per motivi di lavoro e studio sia per quelli di svago e turismo. Il nuovo orario estivo 2019 di Trenitalia, con ulteriori 190 nuove fermate, garantirà una maggiore copertura fra i centri urbani del Paese e una concreta risposta alla forte domanda turistica stagionale del Paese. I viaggiatori sceglieranno fra le migliori soluzioni per raggiungere le proprie mete in treno, anche nell’ottica di ridistribuire i flussi turistici non solo nelle grandi città d’arte, ma anche per le località di medie e piccole dimensioni ad alta attrattività culturale e paesaggistica.

Tiziano Onesti e Orazio Iacono. L’ad e dg Trenitalia: le parole chiave della nuova stagioneTrenitalia sono qualità, dinamicità, capitalità, personalizzazione, digital, turismo e nuova flotta

Insieme alle novità dell’orario estivo 2019, sono stati presentati i nuovi treni che entrano a far parte della flotta di Trenitalia. Fra questi, quelli dedicati ai pendolari che sono la priorità di tutte le azioni del Gruppo FS Italiane e che andranno a colmare il gap qualitativo del trasporto regionale e metropolitano su ferro. I nuovi treni Rock e Pop, prima sui binari dell’Emilia-Romagna e poi nelle altre regioni, sono parte di un più ampio piano di 600 nuovi convogli regionali che garantiscono il rinnovo dell’80% della flotta regionale.

Inoltre, è stata anche l’occasione per presentare il Frecciargento ETR 700 che collegherà, dal 9 giugno, Milano e Ancona con quattro collegamenti giornalieri. I treni sono parte di un più ampio piano di upgrade dei collegamenti e dei servizi da e per Milano e Venezia verso la linea Adriatica. Per fasi saranno complessivamente 17 nuovi treni Frecciargento ETR 700 che circoleranno sulla rete ferroviaria nazionale entro l’inizio del 2020.

Per celebrare i 10 anni di Alta Velocità, “la storia del gruppo e i dipendenti che lavorano con tanta passione”, come dice Battisti, è stato commissionato a Ferzan Ozpetek  il cortometraggio ‘La casa che ti porta a casa’ da cui sarà tratta la campagna istituzionale di FS Italiane on air da domenica 9 giugno.

Il cortometraggio mostra l’attenzione e la cura del Gruppo FS Italiane per le persone. I treni, infatti, sono “la casa” della grande famiglia dei ferrovieri. Da chi lavora a bordo a chi si occupa dell’assistenza, passando per tutti coloro che dalle Sale Operative gestiscono il traffico sulla rete ferroviaria attraverso sistemi tecnologici di ultima generazione, come l’ERTMS (European Rail Traffic Management System). Casa dove i viaggiatori possono trovare ogni comfort e servizio in grado di rispondere alle loro esigenze, sentendosi liberi di concentrarsi su documenti da analizzare e riunioni da pianificare o di rimanere assorti nei propri pensieri, mentre il panorama scorre veloce fuori dal finestrino.

Una madre con un ufficio magico, che viaggia a 300 km/h; un figlio orgoglioso del padre, che quell’ufficio lo guida; un bambino emozionato per il suo primo viaggio da solo che saluta i genitori senza malinconia; coppie di giovani innamorati che si salutano con il desiderio di abbracciarsi presto; mogli e mariti sempre pronti a sostenersi a vicenda, a separarsi per poi ritrovarsi a destinazione; una donna che si specchia negli occhi di una ragazza e ritrova sé stessa. Sono loro i protagonisti del cortometraggio di Ozpetek. Persone così diverse tra loro che si incontrano sul treno, incrociano le loro vite, condividendo emozioni ed esperienze, ognuna immersa nel proprio mondo.

Ozpetek, infatti, racconta il Frecciarossa come luogo di incontro e di scambio oltre che come mezzo di trasporto che ha rivoluzionato le abitudini di viaggio di un intero Paese.

“In questa esperienza la difficoltà era quella di trovare registri e toni giusti per raccontare sensazioni ed emozioni dei ferrovieri”, dichiara Ferzan Ozpetek. “Il treno è sicuramente uno dei mezzi di trasporto più sicuri e io che lo prendo spesso, tra Roma e Milano, Roma e Napoli o Firenze e Venezia, mi sento come se fossi in ufficio o a casa: ne apprezzo la grande comodità perché posso scrivere, telefonare o leggere. A tutto ciò aggiungo la gentilezza ed efficienza del personale di bordo. Ora che so tutto dei Frecciarossa, quando viaggio penso alle procedure necessarie prima della partenza e all’arrivo, alle complesse attività del macchinista che ho visto in azione e capisco le ragioni di certe soste inaspettate. Non ho molta esperienza delle Ferrovie in altri Paesi europei, ma ho l’impressione che Trenitalia sappia adattarsi perfettamente alle continue evoluzioni del viaggio moderno”.

Oltre alla campagna istituzionale del Gruppo FS Italiane, il 9 giugno anche Trenitalia  torna on air per comunicare le novità dell’estate: più collegamenti comodi e diretti verso le principali località di mare e montagna grazie al nuovo orario estivo 2019.

Nella creatività radio il treno si sostituisce ai più famosi tormentoni radiofonici e diventa la hit dell’estate pronta ad accompagnarci per tutta la stagione. Al ritmo di una canzone reggaeton, un canto misto tra pop e trap intona alcune tra le tante destinazioni estive di Trenitalia.

Sul web invece, Trenitalia spodesta le icone più famose delle estati passate: unicorni, occhiali must-have e persino il famoso gonfiabile fenicottero rosa lasciano spazio al vero ed unico trend dell’estate 2019: il treno.

La campagna multisoggetto, pianificata dal 19 maggio sul web e sulle principali emittenti nazionali e locali, è pronta ad accompagnarvi per tutta l’estate.

Agenzia: Saatchi & Saatchi
CEO: Camilla Pollice
Direttore Creativo: Manuel Musilli
Creative Supervisor: Umberto Vita, Leonardo Cotti
Art Director: Antonio Penco
Copywriter: Marta Curcio
Senior Digital Manager: Simone Roca
Digital Campaign Manager: Vincenzo Pascale
Account Director: Isabella Conti
Account Manager: Tiziana Mammone

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Aie, 2018 positivo per il mercato dei libri: +2% nel fatturato. Cresce del 9% la vendita di diritti all’estero

Aie, 2018 positivo per il mercato dei libri: +2% nel fatturato. Cresce del 9% la vendita di diritti all’estero

Stati generali Transizione energetica: opportunità di crescita anche per l’Italia. Patuanelli propone ‘patto verde’ con imprese

Stati generali Transizione energetica: opportunità di crescita anche per l’Italia. Patuanelli propone ‘patto verde’ con imprese

Addio a Paolo Bonaiuti. Fnsi: attento a pluralismo e ragioni lavoro

Addio a Paolo Bonaiuti. Fnsi: attento a pluralismo e ragioni lavoro