9 giugno Ronaldo, Vettel, Nadal e Bonansea accendono la domenica

Donne e motori, ma anche tennis. Filo conduttore l’agonismo e i campioni, ma anche il coraggio e la sfida degli outsider. C’era tanto sport a rinfrescare e rimpolpare la griglia tv di domenica 9 giugno. A partire dal primo pomeriggio.

In onda alle 13.00 – su Rai2 e su Sky – il match di esordio della Nazionale femminile ai Mondiali di Valenciennes, Australia-Italia, vinto in rimonta dalle Azzurre per due a uno, con doppietta di Barbara Bonansea, ha ottenuto ben 2,825 milioni di spettatori ed il 18,5% di share sulla seconda rete pubblica e quasi 700mila spettatori ed il 4,5% di share sulla pay. Un bilancio impensabile per il calcio femminile fino a poco tempo fa.

In diretta concorrenza o quasi con le Azzurre, il Mondiale di Superbike su Tv8 ha ottenuto 425mila spettatori ed il 2,78%.

E poco dopo la fine dell’incontro delle ragazze guidate da Marina Bertolini – – su Eurosport, la finale del Roland Garros degli Internazionali di Francia, tra Rafa Nadal e Dominic Thiem, vinta dallo spagnolo in quattro set, ha ottenuto 272 mila spettatori ed il 2,3% di share. E poco più tardi su Nove Russia-Italia di volley ha conquistato 220mila spettatori e l’1,9% di share.

Mentre su Italia1, quasi in contemporanea con il tennis, la finalina per il terzo posto della Nations League, Svizzera-Inghilterra, terminata ai rigori, ha raccolto complessivamente 747mila spettatori con il 6,2% di share (1,2 milioni e 10,2% il picco finale).

Subito dopo alle 20.10 è partita su Sky la Formula 1, con la bella gara di Sebastian Vettel in Canada (penalizzato inopinatamente dalla giuria e retrocesso al secondo posto) che ha conseguito live quasi 1,6 e l’8,1%) e, in leggera differita su Tv8, a partire dalle 21.30, ben 2,1 milioni di spettatori ed il 10,12%.

A vincere in prima serata è stata la finale di Nations League su Rai1, Portogallo-Olanda, che ha radunato quasi 3 milioni di spettatori con il 14,2%.

Il match vinto dalla squadra di Cristiano Ronaldo così – Formula 1 a parte – ha avuto la meglio, nell’ordine, con una serie in prima tv su Canale 5 (‘Lontano da te’ 2,496 milioni e 11,2%), ‘Ncis’ su Rai2 (1,376 milioni e 6,6%), l’ultima puntata di ‘Non è L’Arena’ su La7 (1,081 milioni e 6,6%), il film fantasy ‘La Furia dei titani’ su Italia 1(1,070 milioni e 5,1%), Ezio Bosso e la musica colta su Rai3 (‘Che storia è la musica’ a 1,010 milioni e 5,3%). Molto lontano dai primi è arrivato il best of de La Repubblica delle donne su Rete 4 (527mila e 3%).

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Aie, 2018 positivo per il mercato dei libri: +2% nel fatturato. Cresce del 9% la vendita di diritti all’estero

Aie, 2018 positivo per il mercato dei libri: +2% nel fatturato. Cresce del 9% la vendita di diritti all’estero

Stati generali Transizione energetica: opportunità di crescita anche per l’Italia. Patuanelli propone ‘patto verde’ con imprese

Stati generali Transizione energetica: opportunità di crescita anche per l’Italia. Patuanelli propone ‘patto verde’ con imprese

Addio a Paolo Bonaiuti. Fnsi: attento a pluralismo e ragioni lavoro

Addio a Paolo Bonaiuti. Fnsi: attento a pluralismo e ragioni lavoro