10 giugno Vince il GF su Conti da Assisi e Report. Lerner schiaccia Bruchi, bene Gruber con Veltroni

Il cazzeggio, la lite finta e quella vera, fuori copione, hanno avuto la meglio sul canto, le buone azioni e l’appuntamento ciclico e ritualizzato con la bontà. Poche sorprese, in prime time, lunedì 10 giugno. La tv ultra pop ha battuto nettamente quella benefica, buonista o bonaria che sia.

La serata televisiva se la è aggiudicata Barbara D’Urso con la finale del ‘Grande Fratello’ vinta da Martina Nasoni su Enrico Contarin. A tenere banco sono state ancora le vicende della incontenibile Francesca De Andrè, ma ad arrivare sul podio alla fine, come pare una legge nell’era dei social, sono state tre ‘gatte morte’ meno esposte. La D’Urso – in onda tra le 21.35 e le 25.39 – ha ottenuto 3,3 milioni di spettatori ed il 22,2% di share distanziando l’altra ammiraglia.

Su Rai1 l’evento benefico da Assisi ‘Con il cuore-Nel nome di Francesco’, con Carlo Conti alla conduzione e tanti ospiti e cantanti ad aiutare una raccolta fondi (e l’ad Fabrizio Salini in platea), ha ottenuto solo 2,5 milioni di spettatori ed il 12,3%.

Sul terzo gradino del podio si è installata Rai3: ‘Report’ indagando sui soldi della Lega, i siti internazionali di prenotazioni online che non pagano tasse, e poi sulla benzina con lo sconto, i medici specialisti, le cure termali e le banche che facevano investire i propri clienti sui diamanti, ha totalizzato 1,8 milioni di spettatori e l’8,1%.

Al quarto posto, in termini di ascolti, è arrivata Rai2 con il film rosa ‘Piacere, sono un po’ incinta’ (1,669 milioni di spettatori e il 7,5%), davanti alla partita delle qualificazioni europee su Italia 1 (‘Spagna-Svezia’, vinta per tre a zero dagli spagnoli a 1,424 milioni e 6,22%).

Dietro, per numero di spettatori, unico vero colpo della serata, è stato il risultato di Rai4 con ‘I Guardiani delle Galassia’ (758mila spettatori ed il 3,4%), che ha fatto meglio di ‘Quarta Repubblica’ su Rete 4 (750mila e 4,5%). Ma se si considera il periodo in sovrapposizione a fare meglio, comunque, è stato Nicola Porro che ha offerto tra gli ospiti Pierluigi Bersani, Carlo Calenda, Marco Ponti, Riccardo Molinari, Pierfrancesco Majorino, Emiliano Fittipaldi, Alfredo Robledo. Dietro Porro così è finito soltanto il film de La7 (il cult ‘La grande fuga, a482mila spettatori e 2,66%).

In seconda serata è stato come sempre notevole il dominio del ‘GF’. Alle due meno venti circa, quando Martina è stata incoronata dalla conduttrice, sul ‘Gf’ c’erano ancora concentrati due milioni di spettatori, il 41,8% della platea.

Ma, prima delle 24.00, c’è da registrare la buona prestazione di Gad Lerner con ‘L’approdo’ su Rai3 (‘Lavoro: Prima gli italiani?’ con Angelo Panebianco e Carlo Galli ospiti in studio, ha avuto 911mila spettatori e il 6,15%).

Mentre sempre molto deludenti sono rimaste le performance di ‘Povera Patria’ su Rai2. Annalisa Bruchi, con Alessandro Giuli e Aldo Cazzullo in supporto, e tra gli ospiti Pasquale Tridico, Antonio Maria Rinaldi, David Parenzo, Alessia Morani, mostrando pure un’intervista a Beppe Grillo, ha avuto solo 305mila spettatori e il 2,85%. In tema talk, rimane da segnalare il solito netto dominio altoatesino in access prime time.

 

Su La7 Lilli Gruber con ‘Otto e Mezzo’ (Walter Veltroni e Andrea Scanzi ospiti) ha avuto 1,865 milioni e l’8,4%.

Su Rete 4 ‘Stasera Italia’ con Barbara Palombelli alla conduzione (Federico Rampini, Cesara Buonamici, Fulvio Abbate e Maurizio Belpietro al tavolo), è arrivata a 1,1 milioni di spettatori e il 5,2% di share.

Su Rai Due il ‘Tg2Post’ con Francesca Romana Elisei alla conduzione (Massimo D’Amore, Pietro Senaldi e Andrea Montanari ospiti) si è fermato 915mila e il 4%.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Di Nicola (M5S): fondamentale una legge di riforma della Rai

Di Nicola (M5S): fondamentale una legge di riforma della Rai

Mise: chi si insedierà negli uffici di Largo Brazzà? Apertissima la partita per la delega alle tlc

Mise: chi si insedierà negli uffici di Largo Brazzà? Apertissima la partita per la delega alle tlc

Giletti: in Rai se devi spostare un tavolino,  devi mandare cinque mail; La7 ha una struttura agile

Giletti: in Rai se devi spostare un tavolino, devi mandare cinque mail; La7 ha una struttura agile