Cortina 2021, partnership tra la fondazione organizzatrice e Enit. Benetton: evento che farà la differenza

I Mondiali di sci Cortina 2021 “sono una grande opportunità e per l’Enit è estremamente importante che questi grandi eventi permettano di promuovere la destinazione Italia, in questo caso concentrandoci anche sulla destinazione montagna”. Ad affermarlo il presidente di Enit, Giorgio Palmucci, all’evento ‘Effetto Cortina’, che si è svolto l’11 giugno, al Maxxi di Roma.

L’incontro, dedicato all’impatto sul turismo da Cortina 2021, con benefici non solo sull’Ampezzano, ma anche in una prospettiva più ampia, è stata l’occasione per annunciare la partnership tra l’ente turistico e Fondazione Cortina 2021, l’organismo organizzatore della manifestazione, di cui sono membri fondatori la Fisi (Federazione Italiana degli Sport Invernali), il Comune di Cortina, la Provincia di Belluno e la Regione Veneto, con Coni e la Presidenza del Consiglio dei Ministri membri onorari. “Metteremo a disposizione non solo il nostro ufficio studi e le esperienze che stiamo raccogliendo dai vari paesi del mondo ma – ha spiegato Palmucci – definiremo assieme al Comitato quali azioni e quali eventi svolgere nel corso del 2020 in maniera da essere pronti per l’anno successivo quando si svolgeranno i mondiali di sci”. “E’ importante legare gli eventi con l’attività di promozione che Enit sta facendo e dovrà fare negli anni a venire soprattutto all’estero, – ha detto ancora – visto che il numero di turisti che scelgono la destinazione Italia per la montagna è ancora limitato, rappresenta circa il 4% del totale, quindi c’è ampio spazio di crescita”.

I partecipanti all’incontro al Maxxi (Foto ANSA/ANGELO CARCONI)

Secondo le stime del progetto ‘Osservatorio Cortina 2021’ presentate all’incontro, le gare che si svolgeranno dal 9 al 21 febbraio 2021 porteranno a Cortina oltre 600 atleti da 70 nazioni, con 6.000 persone tra addetti ai lavori, volontari, tecnici, preparatori atletici, skimen e dirigenti. Le previsioni parlano di 120 mila spettatori presenti nel corso dei 14 giorni di competizioni e almeno 500 milioni di persone collegate in diretta televisiva da tutto il mondo. A questi numeri si sommano gli utenti della rete con innumerevoli interazioni diverse.

La Fondazione ha presentato un programma dettagliato. Operando a stretto contatto con stakeholder locali, tra cui l’Associazione Albergatori di Cortina, il Consorzio Impianti a Fune, le Regole d’Ampezzo, Cortina for Us e tutte le autorità locali, l’organizzazione sta puntando su innovazione e sostenibilità ambientale: le energie sono state concentrate su tutto ciò che riguarda ospitalità e infrastrutture, con impianti polifunzionali, che possano essere usati per un lungo periodo.

“Avere il mondiale a Cortina nel 2021 è stata l’opportunità e sarà l’occasione per avere tutta una serie di infrastrutture importanti”, ha spiegato il sindaco di Cortina Giampietro Ghedina. “Molte risorse sono state destinate per quanto riguarda le impiantistiche, ma più in generale c’è stato un rilancio anche del settore alberghiero e soprattutto di determinati servizi dei quali Cortina aveva bisogno e necessità. Ritengo che questi grandi eventi, se ben gestiti, fanno sicuramente la differenza”, ha rimarcato.

Un concetto quest’ultimo espresso anche da Alessandro Benetton, presidente di Fondazione Cortina 2021. “Abbiamo preso spunto da Milano e da Torino”, ha detto Benetton. “Per fare tutto questo ci vuole gioco di squadra e vedere un ente pubblico che partecipa non può che fare piacere: l’Enit, avendo parecchie sedi nel mondo, in base al protocollo d’intesa siglato, si farà promotore di questa iniziativa e di far conoscere il nostro territorio in tutto il mondo”. “E poi mi auguro che sia solo l’inizio e che dopo il 24 giugno a Losanna – ha spiegato riferendosi alla decisione che sarà presa sulla candidatura di Cortina e Milano per le Olimpiadi invernali 2026 – avremo un’ulteriore buona notizia”, ha concluso.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Debutta il nuovo sito del Sole 24 Ore. Cerbone: punto di partenza dell’evoluzione digitale del Gruppo

Debutta il nuovo sito del Sole 24 Ore. Cerbone: punto di partenza dell’evoluzione digitale del Gruppo

Stretta di Whatsapp sui messaggi automatizzati: da dicembre a rischio stop anche le newsletter dagli editori

Stretta di Whatsapp sui messaggi automatizzati: da dicembre a rischio stop anche le newsletter dagli editori

A Publicis la gara creativa per Mulino Bianco. I biscotti di Barilla per i leoni di Bertelli

A Publicis la gara creativa per Mulino Bianco. I biscotti di Barilla per i leoni di Bertelli