- Prima Comunicazione - https://www.primaonline.it -

Conze (Prosieben): partnership un fattore chiave. L’investimento di Mediaset segno di fiducia nella strategia

“Le forti partnership sono un fattore chiave del nostro successo: stiamo già lavorando con Mediaset, per esempio in Studio71 [1], e come parte della nostra alleanza media europea”. A dirlo Max Conze, amministratore delegato di Prosiebensat, il gruppo tedesco del quale il gruppo di Cologno ha acquistato il 9,6% del capitale [2].

Nell’alleanza in Studio71, un gestore europeo di talent digitali in sinergia con la tv generalista, “ci concentriamo soprattutto su argomenti come la tecnologia e le co-produzioni. In Germania stiamo collaborando con Discovery su Joyn e con il gruppo Rtl sulle tecnologie pubblicitarie”, ha spiegato Conze durante l’assemblea di Prosiebensat.

Max Conze

“Due settimane fa il gruppo Mediaset ha investito nella nostra azienda e siamo lieti di questo investimento finanziario: è un segno positivo e una dimostrazione di fiducia nella nostra strategia e nel nostro team esecutivo: mostra che i progressi che abbiamo fatto argomenti strategici sono stati riconosciuti e apprezzati dal settore”, ha ribadito il manager.

“Nei prossimi cinque anni circa vogliamo raggiungere un fatturato di sei miliardi (oggi a quota quattro, Ndr.) e un margine operativo lordo rettificato di 1,5 miliardi, con il 50% delle nostre entrate che dovrebbe provenire dal business digitale”, ha detto ancora il manager.
“Compreso aprile i ricavi pubblicitari totali dell”entertainment’ sono in calo del 2% rispetto all’anno precedente e a metà del secondo trimestre il mercato pubblicitario rimane impegnativo”, ha precisato poi Conze, che ha individuato le aree principali di sviluppo: “Una struttura organizzativa efficiente e un forte team di gestione, format locali, una maggiore portata digitale anche grazie a Joyn, prodotti pubblicitari intelligenti, NuCom Group (la piattaforma e commerce controllata dal gruppo tedesco) che è il numero uno delle piattaforme di consumo europee”.