Facebook paga gli utenti per avere accesso ai loro dati sull’uso degli smartphone

Condividi

Facebook ha lanciato una app che remunera gli utenti disposti a condividere con il social i dati relativi al loro uso delle applicazioni sugli smartphone. Si chiama ‘Study from Facebook‘ e, assicura il social, rispetta la privacy: non raccoglie informazioni su credenziali e password, né dà accesso ai messaggi o ai siti web visitati.

Mark Zuckerberg (Foto Ansa-EPA/ETIENNE LAURENT)

“Abbiamo appreso che le aspettative delle persone quando si iscrivono per partecipare alle ricerche di mercato sono cambiate, e abbiamo creato questa app per soddisfare tali aspettative. Offriamo trasparenza, ricompensiamo tutti i partecipanti e conserviamo le informazioni personali al sicuro”, ha scritto in un post il product manager Sagee Ben-Zedeff.

In passato Facebook aveva lanciato altre app simili. L’ultima, chiamata Facebook Research, è stata chiusa nei mesi scorsi dopo l’emergere di due criticità: l’applicazione era stata sottoscritta da minorenni, e violava le linee guida di Apple.