- Prima Comunicazione - https://www.primaonline.it -

Cda Rai, presentati i palinsesti autunnali. Si indigna la consigliera Borioni: resta velata la programmazione di Rai1

Nel Cda della Rai di ieri [1] in cui direttori di rete hanno presentato i palinsesti autunnali che saranno varati in via definitiva nella prossima seduta il 5 luglio c’è stata la fortissima indignazione della consigliera Rita Borioni.

Perchè? Mentre Carlo Freccero e Stefano Coletta hanno portato palinsesti ben strutturati e molto dettagliati, col titolo dei programmi, il nome dei conduttori e le possibili variazioni in corso d’opera, ha fatto eccezione il direttore di Rai1, Teresa De Santis, che ha consegnato uno schema di programmazione senza i conduttori.

A Borioni che chiedeva conto della stranezza (la stessa domanda l’ha posta anche la pentastellata Beatrice Coletti) l’inossidabile De Santis ha minimizzato nel merito (i conduttori, avrebbe detto, non sono importanti, cosa curiosa visto che qualsiasi televisivo sa che sono i conduttori a fare il programma) e addotto motivi di opportunità non essendo chiusi tutti i contratti. Non ha voluto neanche dichiarare le ipotesi su cui sta ragionando.

Nel collage (foto Ansa), da sinistra: Rita Borioni e Teresa De Santis

O meglio alcuni nomi li detti, altri no. Ha per esempio esibito la coppia Gigi D’Alessio e Vanessa Incontrada, che condurranno un evento musicale di prima serata, o di Giorgia e Ruggeri al timone di programma di seconda serata sui cantautori.
Invece ha tenuto la bocca cucita sui conduttori dei programmi di day -time. Peccato che da settimane sui blog non si parla d’altro che delle nuove conduzioni di Rai1, quasi tutti nomi che piacciono alla Lega e al ‘capitano’ Matteo Salvini.

Si parla di una riconferma di Roberto Poletti alla conduzione di ‘Uno Mattina’ inverno senza neppure averlo visto alla prova di ‘UnoMattina estate’, e di Elisa Isoardi alla ‘Prova del cuoco’ in formato ridotto, nonostante il calo d’ascolti. In ballo anche lo sbarco di Monica Setta,
’ex conduttrice di Rai2 dell’ epoca di Massimo Liofredi, arruolata nell’area di centro destra, che allora vantò buoni risultati d’ascolto. La Setta sarebbe cooptata per spiegare l’economia alle famiglie nel nuovo programma divulgativo di mezz’ora dopo ‘UnoMattina’.
Si parla anche del ritorno di Lorella Cuccarini alla guida della ‘Vita in diretta’, di cui il direttore d’orchestra è il capoautore Casimiro Lieto. La Cuccarini un volto storico dell’ammiraglia è stata riscoperta dopo le dichiarate simpatie salviniane e populiste, e potrebbe far coppia o con Milo infante, conduttore di Rai2 in quota leghista o Alberto Matano, conduttore del Tg1 in odore grillino.

Nel collage (foto Ansa): Lorella Cuccarini e Roberto Poletti

Si può capire che la consigliera Borioni si sia fortemente indignata a sentirsi trattata come un passacarte, tenuto conto che l’approvazione dei palinsesti è una tra le prerogative strategiche di cui è investito il Consiglio della Rai esplicitamente citate. Per giunta la De Santis ha avuto anche la sponda di Fabrizio Salini. L’ad della Rai ha giustificato la sua riservatezza con il fatto che non era mai accaduto che si portassero il palinsesti in Cda con tale anticipo. C’è chi considera che l’ad non concordi con tutte le scelte del direttore di Rai1 e stia trattando per correggere il tiro. Basterà aspettare per vedere.

Se pare scongiurata la  striscia informativa post tg che si voleva affidare Maria Giovanna Maglie (su esplicita domanda del consigliere Laganà la De Santis ha replicato che il programma non è all’ordine del giorno) punto interrogativo resta Massimo Giletti. In Cda non se ne è parlato, ma non è escluso che la partita sul conduttore (a La7 tutti dicono che resterà al servizio di Cairo) non sia chiusa, considerato che sarebbe vitale per Rai1 avere un nuovo volto dopo che si è voluto traslocare Fazio a Rai2.

Al momento il palinsesto di prima serata senza ‘Che tempo che fa’ prevede un’overdose di fiction, con tre serate settimanali di inediti e una serata ‘Montalbano’ in replica. Un palinsesto che sarebbe un clone senza Fazio di quello dell’autunno 2018, con l’unica novità al momento di un formato non ben specificato per portare in prima serata Mara Venier che, sul modello Mediaset-Barbara d’Urso, resterà anche mattatrice della domenica pomeriggio.
Da notare inoltre, mistero dei misteri, l’assenza di Antonella Clerici. La conduttrice che è sotto contratto con un cachet non irrilevante viene pagata senza lavorare. Per lei infatti non è previsto nessun programma.

L’altra novità della giornata di ieri è che il consigliere dei dipendenti Riccardo Laganà ha rinunciato al compenso di 9mila 500euro. Nei mesi scorsi i consiglieri della Rai, eccetto Rita Borioni che si era rifiutata di prendervi parte, hanno lavorato ai gruppi di lavoro su Immobiliare e Prodotto e ieri il Collegio dei Sindaci ha dato il via libera al pagamento degli emolumenti.
Laganà appunto il suo compenso lo ha lasciato alla Rai.