Casagit, bilancio 2018 in attivo per 1 milione e 683 mila euro. E nasce la Fondazione

Nasce la Fondazione Casagit, primo atto del processo di trasformazione della Cassa sanitaria dei giornalisti. Ratificato il bilancio 2018, chiuso con un attivo di 1 milione e 683 mila euro. Questi i due verdetti al termine della seconda giornata dei lavori dell’80°Assemblea nazionale dei delegati, riunita a Bologna dall’11 al 13 giugno.

(Foto Casagit.it)

“L’allargamento è il tema caldo della categoria”, ha dichiarato Daniele Cerrato, presidente Casagit: “abbiamo valori che possono essere interessanti per altri interlocutori, in un momento in cui aumentano le richieste di salute, tutela e lo spazio di intermediazione della spesa privata out of pocket. Questo voto rappresenta quindi un passo storico per Casagit, ma soprattutto segna il passaggio a un assetto più attrattivo, utile per allargare il perimetro d’azione verso altre categorie produttive. È un impegno che abbiamo assunto da tempo e che ora dobbiamo portare avanti tutti insieme”.

Presentato infine il bilancio preventivo 2019, che – ricorda una news sul sito Casagit – al momento si prevede positivo (+560 mila euro). I dati però non tengono ancora conto di alcuni elementi che potrebbero modificare l’esito finale, come l’impatto della nuova convenzione Inpgi-Casagit o il miglioramento delle prestazioni dei profili 2-3-4.

Il commento del presidente dell’Odg Verna: dall’assemblea Casagit un segnale positivo che guarda al futuro della categoria

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Confindustria RadioTv sulla diffamazione: revisioni che tutelino l’informazione professionale

Confindustria RadioTv sulla diffamazione: revisioni che tutelino l’informazione professionale

Editoria, Martella: contro pirateria campagna istituzionale; allo studio deduzioni fiscali per giovani, anziani e famiglie

Editoria, Martella: contro pirateria campagna istituzionale; allo studio deduzioni fiscali per giovani, anziani e famiglie

Editoria: da pirateria nel mondo del libro danni al settore per 528 milioni di euro. Aie: persi 8.800 posti di lavoro

Editoria: da pirateria nel mondo del libro danni al settore per 528 milioni di euro. Aie: persi 8.800 posti di lavoro