Editoria, Crimi: presto ddl per stabilizzazione credito imposta su investimenti pubblicitari

“La norma c’è, la relazione tecnica c’è, la copertura finanziaria pure, avevamo anche la bollinatura della Ragioneria dello Stato. Insomma noi siamo pronti. Rinnovo il mio impegno a rendere stabile la forma del credito di imposta per gli investimenti pubblicitari incrementali. Anche attraverso lo strumento di un disegno di legge, il cui percorso appare molto semplice vista la grande unità di intenti e l’ampia condivisione, anche da parte delle opposizioni, che esiste su questo argomento”. Lo ha dichiarato il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega all’Editoria, Vito Crimi (M5S) intervenendo all’incontro con gli editori degli Stati generali dell’editoria.

Nel corso dell’incontro il direttore generale di Fieg, Fabrizio Carotti ha ribadito la necessità di un intervento pubblico a sostegno del settore in tal senso, ricordando i risultati positivi ottenuti dalla norma lo scorso anno e auspicando il finanziamento del credito di imposta anche per il 2019. Il M5S aveva presentato un emendamento in proposito al decreto crescita, ma senza esito positivo.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Aie, 2018 positivo per il mercato dei libri: +2% nel fatturato. Cresce del 9% la vendita di diritti all’estero

Aie, 2018 positivo per il mercato dei libri: +2% nel fatturato. Cresce del 9% la vendita di diritti all’estero

Stati generali Transizione energetica: opportunità di crescita anche per l’Italia. Patuanelli propone ‘patto verde’ con imprese

Stati generali Transizione energetica: opportunità di crescita anche per l’Italia. Patuanelli propone ‘patto verde’ con imprese

Addio a Paolo Bonaiuti. Fnsi: attento a pluralismo e ragioni lavoro

Addio a Paolo Bonaiuti. Fnsi: attento a pluralismo e ragioni lavoro