Rai, venerdì il Cda. Ecco cosa succede se Foa si dimette da RaiCom: potrebbe non essere il solo a lasciare l’incarico…

Grande attesa venerdì 5 per la riunione del Cda Rai: i consiglieri di minoranza, Rita Borioni, di area dem, e Rodolfo Laganà, chiederanno un voto sulla risoluzione della Vigilanza che sollecita la decadenza di Marcello Foa, presidente Rai, dalla presidenza della consociata RaiCom. Bisogna vedere come si schiererà Beatrice Coletti, consigliera di area 5 stelle, visto che in Vigilanza M5S e Pd hanno votato insieme l’incompatibilità del doppio incarico.

Il presidente della Rai, Marcello Foa (Foto ANSA/ANGELO CARCONI)

Sembra difficile che Foa possa lasciare la presidenza di RaiCom, soprattutto senza contropartita. Una soluzione di cui si parla a viale Mazzini è che si dimettano tutti: Foa dalla presidenza, il consigliere di area Lega, Igor De Biasio, dal Cda di RaiCom e i colleghi Coletti e Giampaolo Rossi (indicato da Fratelli d’Italia) dal Cda di Rai Pubblicità.

Muoia Sansone con tutti i Filistei, insomma, purché Foa non faccia quel passo indietro di cui si parla da oltre due settimane. Il tempo utile per far scorrere acqua sotto i ponti e non pensarci più, ma questo accentuerebbe la frattura istituzionale con la commissione bicamerale, che già votò contro la sua nomina alla guida della Rai.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Editoria, Martella: rilanciare il settore con una legge 5.0. All’informazione quota da web tax e sostegno pubblico stabile

Editoria, Martella: rilanciare il settore con una legge 5.0. All’informazione quota da web tax e sostegno pubblico stabile

La classifica dell’informazione online, Audiweb agosto 2019. Estate calda per i siti di giornali e agenzie stampa – TABELLA

La classifica dell’informazione online, Audiweb agosto 2019. Estate calda per i siti di giornali e agenzie stampa – TABELLA

Super! è tutto di Viacom Italia. Il gruppo guidato da Castellari acquista il 50% in mano a De Agostini

Super! è tutto di Viacom Italia. Il gruppo guidato da Castellari acquista il 50% in mano a De Agostini