Mediaset, le novità della prossima stagione: Champions su Canale5, produzioni originali, ‘Adriano’, partner per Mfe, web radio…

Un Piersilvio Berlusconi rilassato e disponibile, attorniato dalla robusta squadra dei manager delle prime file di Mediaset, contento di giocare in casa, nei ‎luoghi tra Santa Margherita e Portofino, dove ha stabilito la sua residenza decidendo che quell’angolo di paradiso ligure era il posto giusto dove far crescere i suoi figli, una location scelta per presentare i palinsesti 2019-20 anche per far gesto di riconoscenza e grande stima nei confronti dei sindaci di Santa Margherita, Portofino e Rapallo che hanno saputo affrontare la catastrofe della famosa mareggiata del 29 ottobre 2018 che ha distrutto porti, strade, bagni, senza che miracolosamente ci fossero morti e feriti, riuscendo a ricostruire e sistemare tutto prima dell’avvio della stagione turistica. Un bel filmato e’ stato tramesso in apertura dei lavori per mostrare i disastri compiuti dalla forza del mare e i lavori di ricostruzione immediatamente avviati fino alla famosa marcia del 6 aprile con in testa i sindaci dei paesi coinvolti.

A parte questa ouverture, la presentazione dei palinsesti si è svolta secondo l’inossidabile rituale di  comunicazione e di chiacchiere amicali che rende speciale e imperdibile questo evento. Una valanga di dati per spiegare le strategie e i successi di audience e pubblicitari, qualche bocconcino succulento, la grande cena place’ in piazzetta a Portofino e poi per i giornalisti più curiosi e resistenti il Prolungamento di chiacchiere a ruota libera con Pier Silvio Berlusconi fino a notte fonda al Bar Johnny .

Le notizie sulla griglia autunnale? In estrema sintesi tra le cose giornalisticamente rilevanti: su Canale 5 andrà in onda una partita (la migliore) della Champions League al mercoledì, dopo ha precisato Berlusconi  “un accordo biennale con Sky” (in lite con Rai).  “Saremo noi a decidere di volta in volta la miglior partita da trasmettere, speriamo di avere tutti i match delle squadre italiane”, Juventus, Napoli, Inter e Atalanta”, ha precisato.

Una bella conquista la Champions a sentire l’ad di Publitalia, Stefano Sala, e il fido direttore marketing Matteo Cardani, che, viste le serie storiche degli ascolti della  manifestazione in tv, e il peso delle squadre italiane coinvolte, e soppesata la propria forza commerciale, pensano di poter raccogliere così tanta pubblicità da rendere la spesa in diritti (non quantificata da  Mediaset, “ma le cifre circolate sono troppo alte e non sono quelle vere”, ha detto Berlusconi Junior) un buon investimento.

Da segnalare inoltre che tornerà il programma ‘Adrian’, fin qui un flop e interrotto prima del tempo nella scorsa stagione tv, con il nuovo nome ‘Adriano’ , in cinque puntate con la presenza fisica di Adriano Celentano.

LEGGI O SCARICA LE NOVITA’ DEI NUOVI PALINSESTI MEDIASET (PDF):
– CANALE 5
– ITALIA 1
– RETEQUATTRO
– PROPOSTA CINEMA

 

 

Canale 5 continua a puntare su nuove produzioni dell’area intrattenimento fatte in casa, secondo il concetto di Alessandro Salem, direttore della produzione, di dare ai telespettatori “in  senso dell’imperdibilita”. Nel preserale debutterà ‘Conto alla rovescia’, in prima  serata ‘Amici Vip’ e la novità ‘Eurogames’ (una sorta di Giochi senza  frontiere in 6 puntate, in onda da Cinecittà World con atleti di Italia, Spagna, Germania e Svizzera), innesti in una programmazione d’intrattenimento basata su ‘Tu si que  vales, ‘C’è posta per te’, ‘Amici’, ‘Temptation Island Vip’ (produzioni di  Fascino).
Non mancherà all’appello della prime time ‘Live non è la  D’Urso’, e decollerà un’edizione di ‘Grande Fratello Vip’ con Alfonso  Signorini, principale conduttore. Dopo il test estivo, andrà in  onda in primavera ‘All Together Now’ e nella stessa stagione ci sarà  l’Isola dei famosi.

Tra le fiction (che hanno portato a casa un incremento del +24,4% in termini di ascolti grazie a iniezioni di denaro e alla competenza di Daniele Cesarano) torneranno ‘L’Isola di Pietro’ e ‘Rosy Abate’,  mentre esordiranno ‘Made in Italy’, ‘Il Processo’, ‘Oltre la Soglia’, ‘Fratelli Caputo’, ‘Scomparsi’, ‘Giustizia per tutti’.

Berlusconi non ha chiuso ad eventuali collaborazioni con gli ott. “Con Netflix e Amazon abbiamo conversazioni e un buon rapporto”, ha detto. “Non vediamo Netflix come un nemico”, anche perché “il loro modello di business non è basato sulla pubblicità” e poi perché “la tv generalista non morirà mai”. Coproduzioni in vista? “Ci piacerebbe”.

Novità importanti arriveranno anche per Italia 1. La rete più giovane accoglierà Roberto Giacobbo e il suo ‘Freedom’,  tornerà all’ovile ‘Tiki Taka’ (confermata Wanda Nara), verrà rilanciato  ‘Colorado’, ma andrà in onda anche un game tra comici sempre nell’orbita  artistica-editoriale di Diego Abatantuono. E poi Pio e Amedeo faranno  nel loro stile ‘Low Cost’, mentre verrà riesumato ‘La pupa ed il  secchione’: Saranno in palinsesto due serate settimanli per ‘Le Iene’ con la terza opzione degli speciali che sarà ancora on air.

L’ottica del consolidamento giornalistico vale invece per Rete4. Traslocato Giacobbo ad Italia 1, viene confermata la linea  dell’approfondimento che chiama in causa in preserale Mario Giordano con
‘Fuori dal coro’, in access Barbara Palombelli con ‘Stasera Italia’, e  poi in prima serata Nicola Porro (Quarta Repubblica) e Paolo De Debbio  (Dritto e rovescio), con Piero Chiambretti (Cr4 La repubblica delle
donne) e Gianluigi Nuzzi (Quarto grado) ad allargare il focus  dell’offerta e Il Segreto e Una vita a variare ulteriormente il  racconto della rete.

Pier Silvio e company hanno sottolineato che il polo radiofonico del gruppo va molto bene e che nascerà una vasta offerta di web radio a marchio Cologno (perfetta anche per allargare le possibilità di profilazione del pubblico della concessionaria di pubblicità).

Altro tassello essenziale, si procede con il cammino europeo, MFE, convinti che la bontà del progetto, che non sacrifica posti di lavoro e tasse in Italia e Spagna, aggregherà anche altri partner (a partire dai gruppi europei già coinvolti in Media Alliance, compagine continentale alleata sul digitale) e non verrà destabilizzata da iniziative di Vivendi. “Noi siamo stati i ‘first mover’, abbiamo avuto coraggio e grandi vantaggi, ma spero si uniscano anche altri broadcaster”, ha evidenziato Berlusconi, che se la ‘piattaforma’ olandese sarà realizzata, ne diventerà a.d. e presidente. Fedele Confalonieri resterà come ‘non executive chairman’ per la gestione delle assemblee e del Cda, secondo quanto stabilisce l’ordinamento olandese.

Punto nodale, si continuerà a investire nel prodotto originale, chiave di volta per attualizzare e rilanciare il ruolo della tv free nei nuovi scenari competitivi globali. Puntando a ingenerare nello spettatore una
percezione della ‘imperdibilità’ di quello che scorre sui teleschermi, hic et nunc, nelle reti e nei canali a marchio Mediaset.

LEGGI O SCARICA LE NOVITA’ DEI NUOVI PALINSESTI MEDIASET (PDF):
– CANALE 5
– ITALIA 1
– RETEQUATTRO
– PROPOSTA CINEMA

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Di Nicola (M5S): fondamentale una legge di riforma della Rai

Di Nicola (M5S): fondamentale una legge di riforma della Rai

Mise: chi si insedierà negli uffici di Largo Brazzà? Apertissima la partita per la delega alle tlc

Mise: chi si insedierà negli uffici di Largo Brazzà? Apertissima la partita per la delega alle tlc

Giletti: in Rai se devi spostare un tavolino,  devi mandare cinque mail; La7 ha una struttura agile

Giletti: in Rai se devi spostare un tavolino, devi mandare cinque mail; La7 ha una struttura agile