Radio Rai, tante novità in arrivo: Fiorello, Costanzo, Minoli, Morgan, Stato Sociale, Venier. Sergio: ringiovanire e puntare sui personaggi

Nomi nuovi e talent popolari sono il mix con cui Rai Radio ha presentato i palinsesti del prossimo autunno. In particolare, Roberto Sergio, direttore Rai Radio, ha annunciato tutti i talent che si succederanno ai microfoni. La grande novità, ovviamente, è il ritorno di  Fiorello in Via Asiago, protagonista su Radio2 2 per il progetto multimediale Rai
Rai Radio 1 apre con l’arrivo di Giovanni Minoli con “Il mix delle 5”, un format ispirato allo storico programma tv Mixer, per approfondire i fatti del giorno alla luce della storia. In studio con Minoli due opinionisti d’eccezione: Annalisa Chirico e Pietrangelo Buttafuoco. Un modo nuovo di fare informazione, inchiesta, dibattito. Grande ritorno per “Stereonotte”, il programma musicale che torna in versione quotidiana. Ancora, le rubriche di informazione e approfondimento: “Sportello Italia”, uno spazio dedicato a consumatori, imprese, mondo del lavoro, pubblica amministrazione, burocrazia, pensioni. “Formato famiglia”, in cui la famiglia viene analizzata a 360°: genitori e figli, adolescenza, amicizie, dipendenze, distacco, famiglie tradizionali e di fatto. Tutto ciò che ruota intorno al pianeta famiglia, con i consigli per la vita quotidiana e il parere degli esperti. Infine, “Un giorno da renna”, la versione natalizia di “Un giorno da pecora”.

Rai Radio 2 punta sul target dei più giovani con ben 6 programmi musicali: Back2black, Rock’n’roll circus, Musical box, Stato sociale, Nek e Delogu, Radio2live. L’obiettivo è quello di portare nuovo pubblico ad ascoltare la radio. Per lo stesso motivo sono sbarcati a Radio 2 anche DJ Osso con Pippo Lorusso e Antonio Mezzancella (ex M2o). E ancora Paola Turci e il trio dei Rimandati. Racconto e storytelling invece con Pino Insegno e Matteo Caccia. Novità importante anche per Radio 2 Social Club che avrà una versione televisiva su Rai 2. E ancora, due nomi di eccellenza per “illuminare” la radio: Morgan e Mara Venier. Il primo avrà un ciclo di otto puntate monografiche dedicate ciascuna alla storia di un grande cantautore italiano, da Tenco a Battiato, da Modugno a De André. Con musica dal vivo, dialoghi e canzoni originali. Mara Venier arriva per la prima volta in radio con un talk in stile Chiamate Mara 3131: ospiti, chiacchiere e intrattenimento per la regina della pop tv. Infine, Fiorello, con incursioni a sorpresa in radio a intervallare il palinsesto.

Su Rai Radio 3 verrà dato ampio spazio alla “cultura in piazza”: le piazze d’Italia come forma di socialità, i festival culturali raccontati in diretta, con interviste e collegamenti. Un cartellone che attraversa l’intero palinsesto. Ancora, Radio3 seguirà i principali appuntamenti della stagione, con tutte le dirette dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai e le prime dei più importanti teatri italiani: MiTo, Teatro dell’Opera di Roma, Teatro Regio di Torino, Teatro del Maggio fiorentino, Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Filarmonica della Scala di Milano, Teatro San Carlo di Napoli, Teatro La Fenice di Venezia, Teatro alla Scala di Milano (con l’inaugurazione del 7 dicembre).

Roberto Sergio (foto RadioRai)

Roberto Sergio (foto RadioRai)

“Come si vede, apriamo un autunno ricco di novità – commenta Roberto Sergio – . Le scelte fatte credo siano tutte di altissimo livello e vanno in una doppia direzione: ringiovanire la nostra offerta e puntare su nomi di altissima notorietà. In questo modo, con questo mix di intenti, contiamo di poter fidelizzare gli ascoltatori e di creare abitudine all’ascolto, un tema importantissimo oggi che gli ascoltatori tendono a muoversi di continuo fra le radio”.

Per i canali specializzati ricordiamo “Caste Dive” su Radio Classica con il racconto delle grandi donne delle Opere liriche, “Dieci passi nella storia” su Radio Live con i cammini storici del nostro Paese, “Streghe strambe” su Radio Kids con le interviste impossibili alle streghe delle favole classiche. E ancora tante partnership per seguire eventi e iniziative sul territorio (la “Barcolana”, le “Ponyadi”, “Pordenone legge” e così via) e una partnership importante fra Radio Kids e lo Zecchino d’oro che porterà alla creazione di un premio speciale alla canzone preferita dai bambini della radio. Tutta Italiana e Techete’, dal canto loro, continueranno a seguire gli eventi con playlist dedicate e ricostruzioni attraverso gli audio originali.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Menlo Park si affida ai giornalisti per selezionale alcuni contenuti nel nuovo News Tab

Menlo Park si affida ai giornalisti per selezionale alcuni contenuti nel nuovo News Tab

News Corp al lavoro su un aggregatore di news per rispondere alle preoccupazioni degli editori su Google e Fb

News Corp al lavoro su un aggregatore di news per rispondere alle preoccupazioni degli editori su Google e Fb

Hong Kong, anche YouTube chiude 210 canali che diffondevano fake news sulle proteste

Hong Kong, anche YouTube chiude 210 canali che diffondevano fake news sulle proteste