L’Ue apre indagine antitrust su Amazon. Nel mirino l’uso dei dati dei rivenditori indipendenti

La Commissione Ue ha deciso di aprire un’indagine per verificare se l’utilizzo, da parte di Amazon, dai dati dei dettaglianti indipendenti che vendono i loro prodotti attraverso la piattaforma del gigante dell’e-commerce viola le regole sulla concorrenza. 

“Il commercio elettronico ha stimolato la concorrenza nelle vendite al dettaglio, ha ampliato le possibilità di scelta e ha fatto scendere i prezzi”, ha detto la commissaria Ue alla concorrenza Margarethe Vestager. Per garantire che i consumatori possano usufruire correttamente di questi vantaggi “ho deciso di esaminare molto attentamente le pratiche commerciali seguite da Amazon, e il suo doppio ruolo nelle vendite all’ingrosso e al dettaglio, al fine di verificare se la società stia rispettando le regole Ue sulla concorrenza”, ha aggiunto.

Margrethe Vestager (Foto Ansa – EPA/OLIVIER HOSLET)

“Dobbiamo assicurare che le piattaforme online non eliminino i benefici che il commercio elettronico offre ai consumatori attraverso comportamenti anti-competitivi”, ha concluso.

L’indagine che si inserisce in una recente serie di controlli sui grandi gruppi statunitensi del tech, come Facebook e Google, potrebbe portare ad accuse formali, sanzioni e ordini di modifica delle pratiche aziendali.
Secondo i primi accertamenti condotti in una fase preliminare, osserva la Commissione in una nota, Amazon utilizzerebbe informazioni ‘sensibili’ dal punto di vista della concorrenza, in particolare sui venditori all’ingrosso, i loro prodotti e le transazioni effettuate. E questo, secondo Bruxelles, potrebbe portare a comportamenti non corretti visto che Amazon opera attraverso il suo sito web con doppio ruolo di retailer e di piattaforma sulla quale venditori indipendenti possono vendere direttamente i loro prodotti ai clienti.

Gli inquirenti, dunque, esamineranno quali dati vengano utilizzati dalla compagnia statunitense per scegliere i venditori che compaiono come opzione predefinita per un certo prodotto quando l’utente clicca il pulsante “acquista”.

“Collaboreremo con la Commissione Europea e continueremo a impegnarci per supportare i business di ogni dimensione e aiutarli a crescere”, ha dichiarato un portavoce di Amazon.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Champions in chiaro su Mediaset per il prossimo biennio, tribunale respinge il ricorso Rai

Champions in chiaro su Mediaset per il prossimo biennio, tribunale respinge il ricorso Rai

Rai, l’ad Salini scrive a direttori tg e reti: “Equilibrio e imparzialità”

Rai, l’ad Salini scrive a direttori tg e reti: “Equilibrio e imparzialità”

Ok alla fusione fra Viacom e Cbs: nasce ViacomCbs, big dei media da 28 miliardi

Ok alla fusione fra Viacom e Cbs: nasce ViacomCbs, big dei media da 28 miliardi