Vogue Talents compie 10 anni. Anche una mostra tra le iniziative per festeggiare il progetto

Ci sarà anche una mostra durante la Settimana della Moda di settembre tra le iniziative organizzate per festeggiare i 10 anni di Vogue Talents, il progetto di talent scouting lanciato nel 2009 da Vogue Italia, oggi brand attraverso il quale Condé Nast Italia supporta la nuova generazione di designer scovando talenti sul web, sui social network, nelle scuole di moda e nelle fashion week più innovative in giro per il mondo.

“Vogue Talents è nato per supportare la nuova generazione di creativi in un momento in cui pochi credevano nel talento”, ha spiegato Sara Sozzani Maino, head of Vogue Talents e Vicedirettore Progetti Speciali Moda di Vogue Italia. “Non ha confini né barriere, cerca in tutto il mondo perché il talento è ovunque”.

Sara Sozzani Maino con i protagonisti di Vogue Talents

La visione unica di Franca Sozzani ha dato forma e fondamento a Vogue Talents fin dalle sue origini, quando, spiega una nota dell’editrice, si proponeva come una preziosa fanzine per appassionati di innovazione estetica. Dopo 10 anni, Vogue Talents rappresenta un punto di riferimento internazionale per la moda emergente in tutte le sue forme, una piattaforma che facilita l’incontro tra il talento e il mondo del lavoro.
Il costante dialogo tra editoria tradizionale e digitale, carta stampata e social media, eventi e concorsi, visione creativa e imprenditoria, ha originato negli anni innumerevoli collaborazioni tra designer e brand (della moda e non solo), un Talents Lab che rappresenta la naturale conseguenza di un continuo lavoro di ricerca e scouting.

“Un’idea deve nascere nel momento giusto, ma soprattutto deve essere tradotta in pratica con coraggio, lavoro, dedizione, determinazione e costanza”, ha detto Emanuele Farneti, direttore di Vogue Italia. “Da molto prima che lo scouting diventasse di moda, e che proliferassero premi e concorsi in giro per il mondo, Vogue Italia fa della ricerca di talenti – nella moda, nella fotografia, oggi anche nella scrittura – uno dei suoi elementi fondanti. Il nostro lavoro è offrire loro un’opportunità. Una felice tempistica e molto lavoro ne decreteranno un domani il successo”, ha chiosato.

Tra i brand selezionati da Vogue Talents, che si sono poi affermati nel mondo della moda, J.W. Anderson, Aquazzura, Giannico, Paula Cademartori, Arthur Arbesser, Simone Rocha, Bethany Williams e Sara Battaglia. Alcuni di loro saranno in una serie di video esclusivi pubblicati ogni settimana sull’account Instagram di Vogue Talents (@saramaino_vt) e sui canali social di Vogue Italia. Indossando la T-shirt creata ad hoc dall’illustratore Andrea Tarella, sveleranno il ruolo che Vogue Talents ha avuto nell’indirizzare il loro percorso.

Ogni mese su Vogue Italia viene raccontata la storia di un brand scoperto da Vogue Talents. E a partire da settembre, il canale Talents di vogue.it lancerà ‘Upload Your Show’, iniziativa grazie alla quale i designer potranno caricare il proprio look book o sfilata, che verrà successivamente selezionata dalla redazione per la pubblicazione.
Infine, durante la Settimana della Moda di Milano, l’apertura al pubblico di una mostra, in programma dal 20 al 21 settembre, a Palazzo Cusani a Brera con le creazioni di 70 designer che hanno fatto la storia del progetto.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Al via il 2 settembre il nuovo palinsesto di Radio 24

Al via il 2 settembre il nuovo palinsesto di Radio 24

Auditel device digitali: Sky forte con il calcio, Wimbledon e la F1. Ma anche con le news

Auditel device digitali: Sky forte con il calcio, Wimbledon e la F1. Ma anche con le news

Tim racconta i numeri della sua Rete con il progetto Netbook 2019

Tim racconta i numeri della sua Rete con il progetto Netbook 2019