Fcp: Massimo Martellini confermato presidente per il prossimo biennio

Massimo Martellini, il 18 luglio, è stato confermato all’unanimità presidente per il prossimo biennio dall’Assemblea Generale di Fcp, la Federazione Concessionarie Pubblicità, che rappresenta tutti i principali player e media operanti sul mercato: quotidiani, periodici, televisione, radio, internet, cinema, Go Tv. Per Martellini si tratta del quinto mandato.

Massimo Martellini

L’Assemblea e il Consiglio federale che l’ha preceduta, spiega la nota che comunica l’elezione, sono stati momento di confronto tra gli Associati Fcp sulle attività svolte nell’ultimo biennio e in particolare sui diversi progetti che si stanno sviluppando.

“Il mercato degli investimenti pubblicitari sta attraversando una congiuntura sicuramente non favorevole, ma l’accento va posto sui cambiamenti strutturali che interessano in misura maggiore o minore i diversi mezzi”, ha commentato Martellini. “Un’evoluzione che si traduce all’interno della Federazione in iniziative volte a guidare il cambiamento in alcune forme di Comunicazione dell’attività delle Concessionarie. Aziende che svolgono un ruolo fondamentale anche a livello industriale per il mantenimento della qualità dell’Informazione”.
“Nell’ultima parte dell’anno sono molteplici i progetti che saranno portati a compimento e di cui daremo via via notizia, frutto anche della collaborazione con le altre Associazioni rappresentanti il mercato”, ha concluso.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Champions in chiaro su Mediaset per il prossimo biennio, tribunale respinge il ricorso Rai

Champions in chiaro su Mediaset per il prossimo biennio, tribunale respinge il ricorso Rai

Rai, l’ad Salini scrive a direttori tg e reti: “Equilibrio e imparzialità”

Rai, l’ad Salini scrive a direttori tg e reti: “Equilibrio e imparzialità”

Ok alla fusione fra Viacom e Cbs: nasce ViacomCbs, big dei media da 28 miliardi

Ok alla fusione fra Viacom e Cbs: nasce ViacomCbs, big dei media da 28 miliardi