Facebook: trimestre sopra le attese con ricavi e utenti in crescita. Zuckerberg: maggiori tutele su privacy

Facebook chiude il secondo trimestre sopra le attese e avanza a Wall Street. I ricavi si sono attestati a 16,89 miliardi di dollari, sopra i 16,49 miliardi di dollari previsti dal mercato, in crescita del 28%, mentre l’utile netto è calato del 49% a 2,6 miliardi di dollari. Gli utenti utili mensili sono saliti dell’8% a 2,41 miliardi. Segnano un aumento dell’8% anche quelli giornalieri a 1,59 miliardi.

Mark Zuckerberg (Foto Ansa EPA/ETIENNE LAURENT)

“Abbiamo avuto un trimestre solido e le nostre attività e la nostra comunità continuano a crescere. Stiamo investendo per maggiori tutele della privacy per tutti e nell’offrire nuove esperienze a chi usa i nostri servizi” ha spiegato Zuckerberg, che, rivolgendosi ai dipendenti ha parlato anche di “un nuovo capitolo” per la società dopo il patteggiamento da 5 miliardi di dollari con la Federal Trade Commission sulla privacy.

Lo stesso social ho poi annunciato anche l’apertura di un’indagine antitrust da parte sempre della Ftc. L’inchiesta è separata da quella avviata dal Dipartimento di Giustizia sulle maggiori aziende tecnologiche americane.
Ftc e il Dipartimento di Giustizia di dividono le responsabilità antitrust, e in giugno il Dipartimento di Giustizia ha dato alla Ftc la giurisdizione su Facebook.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mediaset: nuovo ricorso di Vivendi al Tar contro Agcom

Mediaset: nuovo ricorso di Vivendi al Tar contro Agcom

Rai, l’8 luglio audizione in Vigilanza per l’ad Salini. Sul tavolo la policy sugli agenti delle star e la sua attuazione

Rai, l’8 luglio audizione in Vigilanza per l’ad Salini. Sul tavolo la policy sugli agenti delle star e la sua attuazione

Istat, durante il lockdown riscoperti radio, tv, libri e quotidiani. Offline oltre 6 milioni di famiglie, in particolare al Sud

Istat, durante il lockdown riscoperti radio, tv, libri e quotidiani. Offline oltre 6 milioni di famiglie, in particolare al Sud