Frenata di Facebook su Libra mentre Amazon continua gli investimenti sull’intrattenimento sportivo

Notizie e approfondimenti quotidiani sul digitale a cura di Reputation Manager, la società di riferimento in Italia per l’analisi, la gestione e la costruzione della reputazione online.

Libra
Libra potrebbe non vedere mai la luce. A dirlo è la stessa Facebook in un messaggio inviato agli investitori. Troppe, infatti, le reazioni e i controlli “da parte dei governi e dei regolatori di più giurisdizioni”.

Internet a Cuba
Il Wi-Fi privato è sbarcato all’Avana e permetterà a tutti i cittadini di navigare anche tra le mura domestiche (prima era consentito solo tramite Wi-Fi pubblici). Piccoli passi avanti per la diffusione di Internet sull’isola, ma con qualche barriera: i costi proibitivi, 1 dollaro all’ora per navigare a fronte di uno stipendio mensile medio di 50 dollari, i rigidi controlli governativi.

Amazon
Per il triennio 2021-2023 Amazon ha acquistato i diritti del Roland Garros di tennis per una cifra intorno ai 25 milioni di dollari.

Privacy
Inserire sul proprio sito il bottone “mi piace” di Facebook comporterà da oggi qualche accorgimento in più. A deciderlo è stato la Corte europea che ha decretato che i proprietario dei siti sono responsabili dei dati raccolti a seguito di un like, dati poi trasmessi al social network. Inoltre, il visitatore dovrà essere informato in merito alla cessione dei dati con la possibilità di acconsentire o meno.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mercato del Libro, nel lockdown perso l’85% delle vendite. Aie: a fine anno rischio calo del fatturato tra i 650 e i 900 milioni

Mercato del Libro, nel lockdown perso l’85% delle vendite. Aie: a fine anno rischio calo del fatturato tra i 650 e i 900 milioni

Gad Lerner trasloca al ‘Fatto’: “scelta obbligata”; “Exor ha optato per la monarchia assoluta”

Gad Lerner trasloca al ‘Fatto’: “scelta obbligata”; “Exor ha optato per la monarchia assoluta”

Radio, a marzo investimenti pubblicitari in picchiata, -41,6%. Fcp-Assoradio: primo trimestre -8,9%

Radio, a marzo investimenti pubblicitari in picchiata, -41,6%. Fcp-Assoradio: primo trimestre -8,9%